assistenza disabili, i sindacati chiedono di ridurre le tariffe

0
77
sciopero generale e sit-in all'Auchan


15/05/2019
– Venerdì 17 al mattino si terrà la riunione dell’ ambito sociale 12 per cercare una soluzione al problema sollevato dalla famiglie falconaresi del Comitato H e da CGIL CISL UIL sull’insostenibilità delle tariffe per l’assistenza ai disabili.

Il nuovo regolamento di Ambito infatti determina nuovi costi, fino a 500 euro al mese, per un servizio che prima, per le famiglie falconaresi che necessitano di assistenza per un figlio disabile, era gratuito. Già nella recente riunione dell’ Ambito 12 del 7 maggio, alla presenza dei sindacati, la questione era stata posta dal comune di Falconara e gli altri comuni dell’ ambito hanno chiesto di poter aggiornare la decisione all’incontro del 17 maggio per poter valutare il da farsi.

CGIL CISL UIL di Falconara ribadiscono la necessità della drastica riduzione delle rette previste e chiedono sia l’innalzamento delle soglie minime e massime di ISEE che un limite alla compartecipazione che deve necessariamente essere inferiore almeno al 50% del costo del servizio.

Si evidenzia che due sono i rischi che si corrono prospettando tariffe così elevate: da un lato si grava di un peso insostenibile le famiglie che già tutti i giorni “lottano” per i propri figli, dall’altro si spingono gli utenti a cercare soluzioni in proprio, fuori dal circuito pubblico, col rischio di far riemergere il “lavoro nero” che potrebbe offrire tariffe più convenienti. I comuni dell’ambito devono fare uno sforzo comune per trovare la soluzione a questo grave problema, ascoltando le richieste del comitato H e di CGIL CISL UIL.





fonte VivereAncona

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here