Vola il cibo marchigiano sulle tavole estere: export +13%

0
76
42 miliardi di euro sulle tavole mondiali

Continua a crescere l’export agroalimentare marchigiano che conferma il segno positivo anche nel primo trimestre 2019. Superati i 90 milioni di euro di valore con un incremento, secondo un’elaborazione di Coldiretti Marche su dati Istat, di oltre il 13% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La provincia di Pesaro fa segnare la crescita maggiore con il 22% in più di esportazioni del proprio patrimonio di produzioni agricole, sia fresche che lavorate.

Positivi tutti i principali settori dell’agricoltura marchigiana con l’ottima performance del vino che sfiora i 13 milioni e un aumento del valore delle vendite di quasi il 4%. In ripresa l’olio extravergine di oliva (+17,4%) mentre volano ortofrutta, quasi a 5,4 milioni, e la pasta marchigiana a quota 4,6 milioni. Aumenti consistenti: rispettivamente +21% e +18%. “L’agroalimentare fa da traino all’economia marchigiana che cresce di valore negli scambi con l’estero grazie alla qualità, alla distintività e grazie anche a un brand vincente come il Made in Italy. Dobbiamo continuare come Marche a far conoscere i nostri prodotti d’eccellenza e, come Italia, a combattere per difendere la trasparenza della filiera e contro il cibo estero che si spaccia per italiano” commenta Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Marche.



fonte AnconaToday

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here