Furti nelle case di riposo, la banda rubava oro e contanti: arrestato un 35enne

0
2
Furti nelle case di riposo, la banda rubava oro e contanti: arrestato un 35enne

I carabinieri di Senigallia hanno arrestato un 35enne albanese, da qualche mese trasferitosi a Montemarciano, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Pavia. Sei in tutto le persone colpite dal provvedimento. All’uomo sono contestati 12 capi di imputazione per i reati di associazione per delinquere e furto aggravato.

La vicenda

Le indagini svolte dai carabinieri lombardi hanno evidenziato la presenza di un’organizzazione criminale dedita in particolare ai furti all’interno delle case di riposo. I fatti sono stati commessi nel periodo da febbraio a maggio, in varie località nelle province di Pavia ed Alessandria. Gli investigatori erano partiti monitorando il titolare di un’agenzia immobiliare e di un esercizio commerciale di “Compro Oro” che acquistava la refurtiva dai banditi.

Il modus operandi della banda era abbastanza grossolano. Gli obiettivi venivano sistematicamente violati di notte mediante l’utilizzo di piedi di porco e mazzette da muratore per forzare finestre ed inferriate, porte blindate, ed in qualche caso anche per smurare le casseforti. Oltre al denaro, diverse decine di migliaia di euro in contanti e preziosi, la banda si accontentava di tutto pur di non andare “a vuoto”, rubando sigarette, televisori, fotocamere ed addirittura bottiglie di brandy. All’inizio del mese di giugno, il 35enne, che effettuava all’interno della banda lavori di “manovalanza”, si era trasferito con la sua convivente nel territorio di Montemarciano, dove è stato catturato per essere poi trasferito nel carcere di Ancona Montacuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.



fonte AnconaToday

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here