educazione alimentare e mercati a chilometro zero, la Giunta incontra Coldiretti

0
1
educazione alimentare e mercati a chilometro zero, la Giunta incontra Coldiretti


2′ di lettura
10/09/2019
– Anche la Giunta comunale di Falconara ha aderito alla petizione promossa a livello europeo, lanciata in Italia da Coldiretti, a favore dell’etichettatura dei cibi con l’indicazione esplicita del Paese produttore, uno strumento per tutelare anche i prodotti italiani, spesso vittime di ‘etichette truffa’ che richiamano falsamente l’Italia con immagini e parole.

“Eat original! Unmask your food” (“Mangia originale! Smaschera il tuo cibo”) è il titolo della campagna per l’indicazione dell’origine dei cibi, che ha l’obiettivo di arrivare almeno a un milione di firme entro il prossimo ottobre in sette Paesi europei.

Falconara ha dato simbolicamente la sua adesione martedì mattina, quando il sindaco Stefania Signorini, il vicesindaco Yasmin Al Diry e gli assessori Valentina Barchiesi e Clemente Rossi hanno firmato la petizione al termine di un incontro con Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Marche. E’ possibile firmare anche online attraverso il link https://www.eatoriginal.eu.

L’incontro di martedì mattina ha permesso all’organizzazione degli agricoltori di sottoporre alla Giunta l’Agenda programmatica, che contiene proposte e suggerimenti per un patto tra le amministrazioni locali e le imprese agricole per fornire servizi alla cittadinanza, come lo sfalcio dell’erba e la manutenzione del territorio in generale. In Agenda, anche programmi di educazione alimentare per le scuole e sostegno alla vendita diretta dei prodotti del territorio.

“Siamo soddisfatti di questo incontro, il primo con la Giunta Signorini – dice la presidente Maria Letizia Gardoni – e ci auguriamo si l’inizio di un percorso costruttivo. Per Coldiretti il dialogo con le amministrazioni comunali è fondamentale perché insieme possiamo, attraverso nuove forme di collaborazione tra pubblico e privato, migliorare la vita dei cittadini. Questo senza trascurare l’aspetto culturale, che Coldiretti porta avanti da anni, nel promuovere sempre di più il cibo italiano di qualità, l’etica nella produzione e il benessere delle persone”.

“Incontrare la presidente Gardoni – afferma il sindaco Stefania Signorini – mi permette di rilanciare temi che mi sono stati sempre a cuore. Anche in passato mi ero confrontata con Coldiretti per sviluppare progetti come il mercato a chilometro zero. Accanto a questo, in primo piano c’è l’attività di educazione alimentare che permette di promuovere una sana alimentazione tra gli studenti. E’ l’inizio di un percorso a beneficio di tutta la comunità”.

Secondo il vicesindaco Yasmin Al Diry “l’incontro è stato proficuo perché le proposte della presidente Gardoni si sposano con il programma di mandato, in particolare il coinvolgimento delle aziende agricole del territorio e le iniziative come il mercato a chilometro zero e l’educazione alimentare nelle scuole. Oggi abbiamo messo le basi per una più proficua collaborazione su più fronti”.





fonte VivereAncona

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here