Un bassorilievo ricorda il passaggio di San Francesco ad Ancona

0
1
Un bassorilievo ricorda il passaggio di San Francesco ad Ancona


2′ di lettura
Ancona 13/12/2019
– Un segno celebrativo per ricordare gli 800 anni della partenza di San Francesco dal porto di Ancona per la Terra Santa. Un bassorilievo ricorda il passaggio di San Francesco ad Ancona. L’inaugurazione oggi in porto

E’ stato inaugurato oggi al porto, presso la banchina 1, il bassorilievo che guarda al mare e alla sua apertura dedicato a San Francesco d’Assisi. Il santo era partito bern 800 anni fa da questo luogo ad Ancona per raggiungere l’Oriente. Ancona resta, dunque, nell’immaginario una porta per l’Oriente, una via della pace dal quel lontano 1219. “Un simbolo di apertura, di speranza, di coraggio in mezzo a tanti segni di quel porto che produce e che lavora. Un messaggio bello per la comunità portuale e per tutta la città” Lo definisce così l’assessore Ida Simonella.

E’ così che ad Ancona si scopre la lastra celebrativa inaugurata venerdì alla banchina San Francesco, dedicata al santo Patrono d’Italia il 1 settembre durante la Festa del mare, alla presenza di Monsignor Angelo Spina, arcivescovo della Diocesi metropolitana Ancona-Osimo, del Presidente dell’Autorità di sistema portuale, Rodolfo Giampieri, e del contrammiraglio Enrico Moretti, Comandante del porto di Ancona, e delle autorità civili e militari. Il disegno è ispirato da un’idea artistica di monsignor Spina.

L’immagine rappresenta San Francesco a bordo di un’imbarcazione che parte da Ancona, porta d’Oriente e via della pace. Lancia una colomba come simbolo di pace e di incontro con l’altro e con la natura. Una rappresentazione che è anche un invito all’apertura ad un’umanità di pace. La lastra è in bronzo, ha una dimensione di 2 metri per 1,5 metri ed è stata realizzata dalla Fonderia Marinelli di Agnone (Isernia), fra le più antiche al mondo e specializzata nella costruzione di campane.

Il bozzetto per la realizzazione dell’opera era stato presentato il 4 ottobre, giorno di San Francesco, a bordo della nave scuola Amerigo Vespucci durante la permanenza al Porto Antico.





fonte VivereAncona

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here