«Diamo continuità al lavoro svolto»

0
1
«Diamo continuità al lavoro svolto»

Alla fine ha prevalso la linea della continuità. Riunita ieri in seduta straordinaria (scadevano infatti i 45 giorni di proroga), la giunta regionale ha deciso di riconfermare tutti e cinque i direttori delle aree vaste, nominandoli su proposta della nuova direttrice generale dell’Asur, Nadia Storti. Romeo Magnoni continuerà dunque a guidare l’Area vasta 1 della provincia di Pesaro, Giovanni Guidi l’Av 2 di Ancona, Alessandro Maccioni l’Av 3 di Macerata, Licio Livini l’Av 4 di Fermo e Cesare Milani l’Av 5 di Ascoli. «Per alcuni – il commento del governatore Luca Ceriscioli –abbiamo valutato la positività del loro operato, mentre per altre figure, operative da relativamente poco tempo, abbiamo pensato che l’impostazione di un lavoro di gestione meriti più tempo. Il criterio applicato è stato quindi quello della continuità di azione perché pensiamo che aiuti e rafforzi i processi già avviati». Le nomine più recenti sono state quella di Milani, arrivata poco più di un anno fa dopo il benservito a Giulietta Capocasa, e di Guidi, che ricopre l’incarico dallo scorso giugno, dopo le dimissioni della ‘meteora’ Milco Coacci (insediatosi il 23 aprile, salvo poi fare dietrofront il 31 maggio), a sua volta subentrato al dimissionario Maurizio Bevilacqua, oggi direttore generale del comune di Ancona.


© RIPRODUZIONE RISERVATA





fonte Corriere Adriatico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here