Uova di Pasqua e colombe per il personale del Carlo Urbani: il dono dell’Associazione Carabinieri

0
3
Uova di Pasqua e colombe per il personale del Carlo Urbani: il dono dell’Associazione Carabinieri


L’Anc di Jesi consegna le uova e le colombe alla direttrice dell’ospedale Carlo Urbani di Jesi

 

di Talita Frezzi

Una dolcissima iniziativa, di quelle che scaldano il cuore e di cui ce n’è più bisogno specie in questo periodo difficile di tristezza e di distanza sociale. L’Associazione nazionale Carabinieri di Jesi (Anc) ha distribuito stamattina 162 uova di cioccolato e 32 colombe pasquali, simboli per eccellenze delle imminenti festività, ai sanitari dell’ospedale Carlo Urbani. Una cerimonia di consegna simbolica, davanti alla scalinata principale del nosocomio jesino che in queste giornate sembra una trincea contro il nemico malvagio e invisibile del Covid-19. Alla presenza del presidente Anc Jesi Franco Ferretti e della direttrice del presidio ospedaliero dottoressa Sonia Bacelli, la consegna degli scatoloni con i dolci omaggi dell’azienda dolciaria Caffarel che per il primo anno, anche in considerazione dell’emergenza in atto, ha voluto donare uova e colombe ai sanitari e alle forze dell’ordine. Il gradito omaggio sarà una festa specialmente per il reparto di Pediatria. «Siamo davvero felici di questo gesto che significa per noi vicinanza – ha detto la direttrice Bacelli – è bello sapere che qualcuno ci pensa specie in questo momento di grande difficoltà anche per i nostri operatori».
L’associazione nazionale Carabinieri aderendo all’iniziativa, di carattere nazionale, ha anche distribuito le uova e le colombe negli altri presidi ospedalieri del territorio, come il Salesi, l’Inrca e la Rsa di Filottrano. Un bell’impegno per i sempre attivi carabinieri in congedo e per i volontari dell’associazione che conta 260 iscritti alla sezione di Jesi di cui 63 volontari del Nucleo di protezione civile. Proprio in questa emergenza l’Anc sta mettendo in campo tutte le forze per la spesa a domicilio, la consegna dei tablet e computer per le scuole Monte Tabor e Carlo Urbani di Jesi, ma soprattutto per la vigilanza attiva e costante delle tende del pre-triage allestite accanto al pronto soccorso dalla protezione civile nazionale.



Fonte CronacheAncona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here