Happyness Group: conto alla rovescia per la ripartenza, ma con il rebus danza

0
1
Happyness Group: conto alla rovescia per la ripartenza, ma con il rebus danza


Claudia Principi nella sua palestra Happyness

 

Conto alla rovescia per la ripartenza dei corsi e delle attività alla “Happyness Group”, grande centro del fitness con club a Loreto, Ancona, Castelfidardo e Chiaravalle, più due centri danza a Loreto e Porto Recanati.
Si riparte il 25 maggio come stabilisce il decreto, tanti accorgimenti e prudenza per garantire i servizi senza rischi per la salute. «Non vediamo l’ora di ripartire – dice la titolare Claudia Principi – certo ci siamo dovuti adeguare ma è quasi tutto pronto. Abbiamo regolato i distanziamenti sociali con dei cartelli e un’apposita segnaletica a terra sul pavimento fatta con nastri adesivi che tracciano percorsi e spazi consentiti, su tutte le nostre strutture. Abbiamo dovuto disattivare alcuni macchinari per guadagnare spazio in modo che ogni abbonato possa avere la giusta distanza dagli altri. Regoleremo i corsi, le sale pesi e il nuoto libero in base alle prenotazioni che sono obbligatorie».
Spogliatoi e docce saranno messi a disposizione, ma gli spazi necessariamente saranno ridotti per via dei distanziamenti, segnalati anche dentro agli spogliatoi. «Per questo abbiamo sistemato degli armadietti all’esterno dove potranno mettere borse e scarpe – continua Claudia Principi – consigliamo, specie in questa prima fase, di venire già cambiati e pronti per allenarsi con la possibilità però di cambiare le scarpe che saranno riposte negli appositi armadietti. Le docce saranno a disposizione, perché sarebbe impossibile impedirne l’utilizzo dopo una nuotata o per chi si allena in pausa pranzo dal lavoro».

Tante difficoltà di riorganizzazione, ma la voglia di farcela. E soprattutto di stare accanto ai 6400 abbonati che da anni sono fedelissimi alle strutture del Gruppo. «Certo ci sono le regole da rispettare e bisognerà stare attenti, ma siamo fiduciosi di riuscire a ripartire – continua Principi – abbiamo anche mantenuto un piano di lezioni online via social e un planning tramite zoom con numero chiuso di partecipanti e il coinvolgimento diretto dell’istruttore che possa indicare quali esercizi fare ed eventualmente correggere. Un servizio che manterremo per chi non se la sentisse ancora di tornare in palestra». E sembra che anche l’altro nodo finora rimasto da  sciogliere, quello delle scuole di danza – che in Italia rappresentano un settore dello spettacolo dal vivo che comprende, più o meno, circa 30.000 scuole – stia avendo la sua soluzione. Con l’emergenza Covid-19 è stata imposta la chiusura immediata senza prevedere alcun salvagente, infatti nel decreto “Cura Italia” non sono previste misure di sostentamento per la categoria, sia in termini di ammortizzatori sociali che economici. Per poter riaprire in sicurezza bisognerà attuare regole stringenti come ingressi scaglionati e su prenotazione, vietare l’uso degli spogliatoi, abolire lezioni di gruppo, prevedere dei termoscanner e far indossare le mascherine e i guanti ai maestri e agli allievi, con sanificazione di ambienti e attrezzi dopo ogni uso. Il che, tradotto significherà disagi, minor numero di allievi e minori guadagni per lavorare comunque più a lungo. Il governatore Ceriscioli ha firmato il decreto per la ripresa delle esercitazioni musicali e coreutiche, nel rispetto delle misure precauzionali previste dalla normativa vigente. In particolare il decreto indica la necessità di organizzazione degli spazi e del lavoro per evitare rischi di assembramenti, oltre all’adozione di misure di prevenzione e protezione. Il decreto è già in vigore e per il Gruppo Happyness con i suoi due centri danza a Loreto e Porto Recanati significa una chance di ripartenza.

Talita Frezzi

Riprendono le esercitazioni musicali e coreutiche



Fonte CronacheAncona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here