«Il lockdown ha diminuito le distanze»

0
1
«Il lockdown ha diminuito le distanze»

Anche a Camerano è stata avvistata una famigliola di lupi passeggiare in un campo tra Camerano e il Poggio (Gradina). Non è la prima volta che vengono avvistati, considerato che nel 2013 era stato investito un lupo nella zona del ponte crollato sull’A14 tra Camerano e San Rocchetto di Castelfidardo.


Il tuo browser non può riprodurre il video.


Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Disattiva audioDisattiva audioDisattiva audioAttiva audio



Spot

Attiva schermo interoDisattiva schermo intero

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante...

Forse potrebbe interessarti...


Devi attivare javascript per riprodurre il video.


«A Camerano, da diversi mesi (prima dell’emergenza Coronavirus), c’è stato effettivamente un aumento di fauna sul territorio». A confermarlo è l’assessore all’ambiente Costantino Renato. «Gli avvistamenti sono per lo più a ridosso dell’area Parco del Conero, Aspio, Colle Lauro, Salette. Facendo una semplice passeggiata nelle aree di campagna e periferiche è impossibile non incrociare lepri, fagiani e nutrie. Di sicuro non è aumentata la fauna, da quando siamo in emergenza, forse non eravamo capaci di vederla, tanta era la fretta di raggiungere il luogo di lavoro o il supermercato o la nostra stessa abitazione. Quello che sorprende è che diversi di questi animali sembrano non avere paura dell’uomo e tendono ad avvicinarsi sempre più alle zone abitate. Sicuramente il silenzio e il “lockdown” hanno aiutato a “diminuire le distanze”, quindi questa abitudine con molta probabilità rimarrà e vedremo sempre più frequentemente questi animali selvatici vicino casa. In caso di avvistamento, è importante mantenere le distanze di sicurezza, perchè anche se non ci sono notizie di attacchi a persone, ovviamente qualsiasi animale cerca di difendersi se si sente minacciato». 



fonte AnconaToday

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here