Opas Intesa – Ubi, i vertici della banca incontrano il sindaco Bacci

0
1
Regionali, Marchetti lancia Bacci: «Ha tutte le carte in regola»


Il sindaco Bacci

 

 

Il 90,2% degli azionisti di Ubi Banca ha deciso di entrare a far parte di Intesa Sanpaolo dopo l‘Opas lanciata dall’istituto bancario piemontese. E dopo la lettera inviata ai vertici di Intesa Sanpaolo dal sindaco di Jesi, Massimo Bacci, in ordine alle aspettative di imprese e famiglie marchigiane al termine dell’offerta pubblica di acquisto e scambio su azioni Ubi Banca, Stefano Barrese, responsabile Divisione Banca dei Territori dell’istituto e Cristina Balbo, responsabile della Direzione Regionale Emilia-Romagna e Marche, sono scesi a Jesi per incontrare il primo cittadino. Nel corso del colloquio, i rappresentanti di Intesa Sanpaolo hanno illustrato a Bacci come l’istituto intende operare a sostegno del territorio dove per altro è già presente in maniera significativa in termini di impieghi e investimenti alle imprese e alle famiglie. Nel ripercorrere positivi esempi di rafforzamento del sistema del credito nelle regioni dove Intesa Sanpaolo ha portato a termine operazioni di acquisizioni o incorporazioni, Barrese e Balbo hanno assicurato la volontà di sostenere la crescita del tessuto produttivo, consapevoli dell’importante ricaduta che l’ingresso di Ubi Banca in Intesa Sanpaolo avrà per le Marche. «Ho apprezzato – ha sottolineato il sindaco Massimo Bacci al termine dell’incontro – la rapidità di risposta, la volontà di dialogo con le istituzioni e l’impegno ad investire in questo territorio. È un approccio completamente diverso rispetto ad altre esperienze in cui mi sono misurato. Se il buongiorno si vede dal mattino, ritengo che le premesse siano più che positive».

Opas Intesa su Ubi, Cna: «Nelle Marche banche sempre più lontane dalle imprese»

Bacci sull’Ops Intesa Sanpaolo-Ubi: «Una opportunità per le Marche»



Fonte CronacheAncona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here