Semina paura con un coltello nel parcheggio di un market: nello zaino nascondeva telefonini rubati

0
6
Semina paura con un coltello nel parcheggio di un market: nello zaino nascondeva telefonini rubati


Gli smartphone sequestrati dalla Polizia di Senigallia

 

 

Estrae un coltello nel parcheggio di un supermercato, i poliziotti lo disarmano  dopo averlo inseguito e scoprono che nel suo zaino nascondeva 11 telefonini e un tablet probabili provento di furti. Sono stati vissuti momenti di paura, nel pomeriggio di ieri, all’interno del parcheggio di un supermercato di via Podesti a Senigallia. Un uomo, tenendo un coltello tra le mani, aveva cominciato ad inveire contro i clienti e qualcuno ha chiesto aiuto al numero unico di emergenza 112, che veniva inoltrata alla sala operativa del locale Commissariato di P.S. Gli agenti immediatamente sono intervenuti su posto e, dopo aver contattato uno dei clienti presenti nel parcheggio, si sono messi alla ricerca dell’uomo che, nel frattempo, si era dato alla fuga verso il lungomare Alighieri. Gli agenti, dopo una breve ricerca, hanno rintracciato il fuggiasco che veniva fermato dai poliziotti che, fin da subito, notavano lo stato di ubriachezza in cui questi si trovava. L’uomo, bloccato mentre teneva ancora in mano il coltello, è stato prontamente disarmato dagli agenti. Dopo un controllo è emerso che all’interno dello zaino l’uomo portava con sé, aveva numerosi apparecchi elettronici; in particolare, veniva trovato in possesso di 11 telefoni smartphone di diverse marche (IPhone, Samsung, Huawei, Microsoft, Oppo), anche modelli piuttosto recenti ed anche di considerevole valore, nonché di un tablet Alcatel. Di tutti questi oggetti l’uomo, H.G. di 42 anni, originario del nord-Africa, non riusciva a fornire alcuna valida spiegazione, riferendo di averli acquistati in passato senza specificare dove. Tutti gli oggetti elettronici sono stati sottoposti a sequestro, così come il coltello, e l’uomo, già pregiudicato per reati contro la persona, è stato denunciato per i reati di porto illegale di arma e ricettazione. Gli agenti del Commissariato di Polizia hanno subito avviato le indagini che hanno consentito di risalire, da subito, ai proprietari di due telefoni trovati addosso all’uomo che, qualche tempo addietro, avevano sporto denuncia per il furto del loro telefonino. Sono in corso ulteriori accertamenti che consentiranno di risalire agli altri proprietari degli oggetti elettronici sequestrati.



Fonte CronacheAncona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here