Assembramenti a Osimo, multati 5 ragazzi «Serve un maggior presidio del territorio»

0
10
Assembramenti a Osimo, multati 5 ragazzi «Serve un maggior presidio del territorio»


Il sindaco Simone Pugnaloni

 

«È tempo che la Prefettura intervenga. L’appello ad un nuovo confronto tra il prefetto ed i sindaci è doveroso. Le regole ci sono, devono essere rispettate. Ci vuole maggiore presidio del territorio, bisogna fare le multe». Così il sindaco di Osimo Simone Pugnaloni in merito agli assembramenti che ieri sono stati registrati nel centro cittadino, in particolare in piazza Boccolino e piazza del Comune.  Durante i controlli congiunti con gli agenti del Commissariato, la polizia locale ha elevato 5 verbali per violazione delle norme anti Covid.  I verbali sono stati fatti a 5 ragazzi, di cui 4 osimani ed uno di Offagna, di età compresa tra i 20 ed i 23 anni,  perchè erano assembrati davanti ad un bar Boccolino e non indossavano la mascherina.  «Bisogna essere più duri – ha detto il primo cittadino – una multa di 400 euro lascia il segno. Agire subito. Credo fortemente che prima di restringere a zona arancione si debbano intraprendere tutte le misure necessarie per far rispettare le regole chiare che esistono. Rinchiudere in casa le persone, chiudere le scuole, limitare nuovamente le attività commerciali deve essere l’estrema ratio. Il mio appello agli osimani al rispetto delle regole è ad uscire di casa solo se necessario, usare la mascherina in maniera corretta e soprattutto rispettare il distanziamento. Lo dico soprattutto ai giovani, presi dalla voglia di libertà, ora bisogna rispettare le regole. Se non rispettiamo le regole torneremo prima in zona arancione, poi rossa e non sconfiggeremo mai il Covid19. Stringiamo i denti, lottiamo insieme, in attesa di vaccinarci tutti. Stasera riunione urgente Anci Marche convocata dal presidente Mancinelli per posizione comune dei sindaci. Attenzione a non andare uno da una parte, uno dall’altra. L’unione fa la forza. Ai gestori di bar e ristoranti che con la zona gialla hanno riaperto i battenti, mi raccomando rispettiamo le regole, altrimenti si chiude di nuovo. La vera ripartenza è vicina solo se insieme rispettiamo le regole.  La Regione corra per dare mandato ai medici di medicina generale per vaccinare tutti noi, e si adoperino con il governo di fare in fretta con l’approvvigionamento, cosi presto ne usciremo tutti vincitori nella battaglia contro il coronavirus».

 



Fonte CronacheAncona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here