Investimento sul lungomare, morto un cinquantenne

0
8
Investimento sul lungomare, morto un cinquantenne


L’investimento mortale a Scossicci

 

Investimento mortale sul lungomare di Porto Recanati. Morto un uomo di 50 anni. L’incidente è avvenuto verso le 20 di oggi in località Scossicci. La vittima è Gennaro Di Prisco, guardia giurata che lavora al porto di Ancona e vive a Porto Recanati. L’uomo questa sera stava camminando sul lungomare quando, per cause in corso di accertamento, la conducente di una Lancia Ypsilon l’ha investito. Il 50enne ha sbattuto violentemente sul parabrezza della vettura per poi ricadere a terra. Al volante dell’auto c’era una ragazza sui trent’anni, pure lei di Porto Recanati che, per paura, in un primo momento si è allontanata dal luogo dell’incidente. La ragazza è poi tornata sul posto e ha fermato la sua auto poco lontano da dove è avvenuta la tragedia.

mortale-scossicci4-650x488

L’auto con i segni dell’investimento

Subito dopo l’investimento, sul lungomare sono intervenuti i soccorsi. Gli operatori del 118 hanno cercato di salvare la vita all’uomo. Ma i traumi riportati con l’investimento erano troppo gravi e il 50enne è morto nonostante i tentativi degli operatori dell’emergenza di farlo riprendere. Il dramma si è consumato in un tratto di strada bene illuminato e i carabinieri di Porto Recanati, intervenuti sul posto, sono al lavoro per ricostruire la dinamica dell’investimento e le cause.

Nel corso della notte sul luogo della tragedia sono arrivate alcune persone che conoscevano Di Prisco. Tra loro un amico che quando ha saputo dell’investimento è andato sul posto e ha scoperto che si trattava del 50enne. Il medico legale è intervenuto sul luogo della tragedia per svolgere gli accertamenti del caso. L’investitrice è stata poi portata in caserma per essere sentita.

(Foto di Federico De Marco)

(Ultimo aggiornamento alle 23,20)

morto-scossicci-porto-recanati

scossicci-morto-investimento-porto-recanati_2</a



Fonte CronacheAncona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here