dalla Fondazione Paladini una app per associare il buon cibo alla socializzazione

0
4
dalla Fondazione Paladini una app per associare il buon cibo alla socializzazione


3′ di lettura
Ancona 24/02/2021
– Softfood, il piacere di mangiare a portata di click: diretta streaming per conoscere meglio il progetto della Fondazione Paladini giovedì 25 febbraio alle ore 18:00.

Da tanti anni la Fondazione Paladini organizza iniziative dedicate alla disfagia, considerando l’alimentazione un aspetto di primaria importanza nella qualità della vita delle persone con malattie neuromuscolari, e più in generale di coloro che sono colpiti da questo disturbo. I disturbi della deglutizione, infatti, sono una condizione comune e frequente nelle persone affette da malattie neurologiche, oncologiche, reumatologiche e gastroenterologiche rappresentando una delle maggiori cause di deterioramento dello stato di nutrizione, di idratazione e di complicanze respiratorie che contribuiscono ad aggravare l’andamento della malattia di base.

La gestione della disfagia è fondamentale per prevenire tanti problemi, ma l’attenzione va posta anche alla sfera emotiva e sociale dell’alimentazione. Le persone colpite da disfagia percepiscono una condizione di esclusione dalla quotidianità e dalle abitudini familiari, vivendo la propria situazione come stigmatizzante e creando solitamente le condizioni affinché il pasto venga vissuto come momento privato e privo di soddisfazione, in antitesi all’ormai condivisa associazione del cibo alla convivialità e anche alla socializzazione.

Nell’anno appena trascorso la Fondazione Paladini ha realizzato un progetto denominato “SOFTFOOD” con l’intento di offrire uno strumento di base utile sia ai caregiver delle persone con disfagia sia ai ristoratori sensibili a queste necessità e motivati ad accrescere le proprie competenze nell’ambito dei bisogni speciali della popolazione. Nello specifico è stato realizzato un sito internet https://soft-food.it e l’applicazione “soft-food” disponibile gratuitamente su Google play, che contengono:

• video tutorial sulla lavorazione delle materie prime, affinché queste si trasformino da minaccia per la persona a risorsa alimentare da cui attingere nutrimento e gioia;

• ricette e video ricette;

• informazioni, approfondimenti e risorse utili sulla disfagia.

Per questo progetto è stato ideato un logo dal grafico Simone Giangiacomi che costituirà il segno distintivo di questa app. L’intento della Fondazione Paladini è continuare ad implementare le risorse del sito e della app, coinvolgendo ristoratori, caregiver, aziende e più in generale tutti coloro che sono interessati alla tematica della disfagia e desiderano dare il proprio contributo. Il progetto è stato realizzato grazie al supporto della Regione Marche, con la consulenza tecnico scientifica della Dr.ssa Michela Coccia (medico del Centro Integrato Malattie Neuromuscolari, Clinica di Neuroriabilitazione dell’A.O. Ospedali Riuniti di Ancona) e la consulenza sulla lavorazione delle materie prime e la preparazione delle ricette dello chef Roberto Dormicchi e con la preziosa collaborazione di altri professionisti e aziende.

Per conoscere meglio il progetto invitiamo le persone interessate a seguire la diretta Facebook sull’account @fondazionepaladini e canale Youtube Fondazione Paladini prevista per giovedì 25 febbraio alle ore 18:00. La Fondazione Paladini onlus anche con questa progettualità concretizza la sua mission: unire i fili della scienza e della solidarietà e, come in questo caso, valorizzare il piacere del cibo e del gusto nonostante la disfagia.



fonte VivereAncona

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here