Ancona, l’attacco di Andreoli (Lega): «Scritte rosa e alberi sulle mura della Cittadella e del Forte Altavilla»

0
9
Ancona, l’attacco di Andreoli (Lega): «Scritte rosa e alberi sulle mura della Cittadella e del Forte Altavilla»


Mura del parco della Cittadella

ANCONA – «Sulle mura del parco della Cittadella e del Forte Altavilla stanno crescendo radici e alberi. A causa dell’omessa manutenzione le mura si stanno sgretolando e le scritte rosa che, avevo segnalato lo scorso anno alla Cittadella, non sono ancora state rimosse». È la denuncia della consigliera della Lega Antonella Andreoli che chiede all’Amministrazione «una manutenzione urgente delle mura di entrambi i parchi. Addirittura al Forte Altavilla è cresciuto un albero dentro le mura stesse».

«Per quanto riguarda i lavori di manutenzione ordinaria – replica Stefano Foresi, assessore alle Manutenzioni – il Comune ha una convenzione con il Demanio sia per la Cittadella che per il Forte Altavilla. Alcuni lavori spettano dunque al Comune, altri al Demanio, e stiamo facendo degli incontri per capire come dividerci gli interventi da eseguire. Nel frattempo nell’area del campo trincerato, dalla parte di via Circonvallazione, abbiamo fatto un intervento di pulizia e bonifica importante, perché effettivamente c’erano alberature e rovi che impedivano la vista delle mura stesse. Abbiamo anche segnalato al Demanio che sono necessari interventi davanti al parco del Pincio».

«Le scritte rosa sulle mura della Cittadella sono invece state rimosse da AnconAmbiente», assicura Foresi. «Non è vero che le scritte sono state eliminate – replica la consigliera Andreoli – sono ancora tutte lì. L’assessore mente sapendo di mentire».  

«Al Forte Altavilla – sottolinea invece Susanna Dini, consigliera del Pd – si attende da due anni la realizzione di una nuova illuminazione che dovrebbe riguardare anche il campetto da basket e le aree circostanti». «L’intervento è già previsto e programmato all’ingresso del parco e fino al campetto da basket – assicura Foresi – abbiamo chiesto l’autorizzazione per il piano paesaggistico alla Soprintendenza e il nullaosta al Parco del Conero. Appena arriveranno questi due pareri, partiranno i lavori. Sono convinto che entro il mese di marzo riusciremo ad avere questi pareri e credo che la nuova illuminazione sarà pronta per l’estate».





fonte Centropagina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here