Governo Draghi, tra i sottosegretari la fanese Accoto (M5s) e il forzista Battistoni

0
7
Crisi di governo, è caccia ai responsabili. Le opinioni dei politici marchigiani


ANCONA – Chiusa nel governo la partita delle nomine con la designazione dei sottosegretari e vice ministri. Nella squadra dei 39 nominati, 20 uomini e 19 donne, c’è anche la senatrice marchigiana del Movimento 5 Stelle Rossella Accoto. La fanese è il nuovo sottosegretario al Lavoro e alle Politiche Sociali. Nella squadra di governo c’è anche il senatore di Forza Italia e commissario per le Marche del partito berlusconiano, Francesco Battistoni che assume l’incarico di sottosegretario all’Agricoltura.

Da sinistra Romagnoli, Coltorti, Accoto, Fede, Agostinelli (immagine di repertorio pre-covid)

«Si lavora ancora di più per portare avanti le battaglie che da sempre ci contraddistinguono» afferma Rossella Accoto, nel ringraziare «la famiglia del Movimento 5 Stelle».

«Membro e poi capogruppo in Commissione bilancio al Senato, Rossella sarà un riferimento ancora più efficace per tutto il territorio e per i nostri portavoce in Regione e nei Comuni e per tutti i gruppi locali del Movimento, oltre che un importante presenza per enti locali, Regione, aziende e per il mondo del lavoro delle Marche – scrive così il Movimento in una nota stampa ufficiale – . È attesa da un compito particolarmente impegnativo, a partire dalla difesa di una misura fondamentale per l’inclusività sociale come il Reddito di cittadinanza, e con le problematiche legate al lavoro, alla disoccupazione e alla cassa integrazione che mai sono state complicate come in questo momento di emergenza nazionale».

Da sinistra Daniele Silvetti e Francesco Battistoni

«Sono onorato di poter dare il mio contributo a questo governo nel settore del quale mi sono sempre occupato: l’agricoltura» afferma il senatore Francesco Battistoni, sottolineando che «sarà un percorso nel quale metterò tutto il mio impegno, la passione, la competenza e, soprattutto, l’esperienza che ho accumulato in questi anni di intenso lavoro sul territorio, sempre al fianco degli agricoltori italiani».

Parla di «un grande riconoscimento per Forza Italia in questo territorio» il vice commissario regionale del partito berlusconiano, Daniele Silvetti. «Forza Italia nelle Marche, grazie alla guida del commissario Battistoni, ha riaffermato la sua capacità di essere forza di governo, fortemente europeista e capace di intercettare le istanze di un elettorato moderato che si riconosce nella tradizionale vocazione liberale del nostro partito – prosegue Silvetti – . Sul tema dell’Agricoltura e sull’impegno che il senatore Battistoni avrà come Sottosegretario a questo dicastero del governo del quale Forza Italia è convintamente sostenitrice e membro attivo, sottolineo la grande attenzione riservata in questi mesi. Infatti, non solo nel corso della campagna elettorale, Forza Italia si è caratterizzata per la vicinanza all’imprenditoria agricola marchigiana, alla valorizzazione dei prodotti di eccellenza che sono biglietto da visita in tutto il modo per le nostre Marche, per l’integrazione con il comparto del turismo e per il rispetto sotto l’aspetto della tutela ambientale del nostro entroterra e non solo».

TUTTE LE NOMINE, TRA VICE MINISTRI E SOTTOSEGRETARI
Gli altri tasselli vedono undici tra sottosegretari e vice ministri ai 5 Stelle: oltre a Rossella Accoto ci sono Dalila Nesci (Sud e coesione territoriale), Manlio Di Stefano (Esteri), Carlo Sibilia (Interno), Anna Macina (Giustizia), Laura Castelli (Economia, viceministro), Ilaria Fontana (Transizione ecologica), Barbara Floridia (Istruzione), Pierpaolo Sileri (Salute), Alessandra Todde (Mise, viceministro) e Giancarlo Cancelleri (Infrastrutture).

Nove le nomine in quota Lega: Nicola Molteni (Interno), Stefania Pucciarelli (Difesa), Claudio Durigon (Economia), Gian Marco Centinaio (Agricoltura), Alessandro Morelli (Infrastratture, viceministro), Lucia Borgonzoni (Cultura), Tiziana Nisini (Lavoro), Rossano Sasso (Istruzione), Vannia Gava (Transizione ecologica).

Tra le schiere del Pd non c’è più la marchigiana Alessia Morani, ex sottosegretario al Mise. Il Pd incassa sei nomine: Simona Malpezzi (Rapporti con il Parlamento), Assuntela Messina (Innovazione tecnologica), Enzo Amendola (Affari Europei), Marina Sereni (Esteri, viceministro), Anna Ascani (Istruzione), Alessandra Sartore (Economia). A Italia Viva vanno 2 ‘caselle’: Teresa Bellanova (Infrastrutture, viceministro) e Ivan Scalfarotto (Interno). Per Leu torna al Mef Maria Cecilia Guerra.

Cinque sottosegretari per Forza Italia e un viceministro: oltre a Francesco Battistoni ci sono Francesco Paolo Sisto alla Giustizia, Giorgio Mulè alla Difesa, Deborah Bergamini ai Rapporti con il Parlamento, Giuseppe Moles all’Editoria, Gilberto Pichetto Fratin allo Sviluppo economico come vice di Giancarlo Giorgetti (Lega).

Sottosegretario alla Salute Andrea Costa di Noi con l’Italia, mentre l’ex Dc Bruno Tabacci (Centro Democratico) coordinerà la politica economica e Benedetto Della Vedova (Più Europa) è sottosegretario agli Esteri. La delega ai servizi segreti va al capo della Polizia Franco Gabrielli, nominato sottosegretario alla presidenza del consiglio.





fonte Centropagina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here