Ventilazione meccanica controllata nelle scuole, 93 domande in 3 ore

0
7
Ventilazione meccanica controllata nelle scuole, 93 domande in 3 ore

I fondi per installare la ventilazione meccanica controllata nelle scuole vanno a ruba. Lo fa sapere la Regione che spiega: «In sole tre ore sono oltre 90 le domande presentate al bando regionale per accedere al contributo per l’installazione nelle aule scolastiche di impianti di ventilazione meccanica controllata. Le 93 domande pervenute, 92 presentate dai Comuni ed una dalla Provincia di Macerata, coprono l’intero territorio regionale: 24 dalla provincia di Macerata, 22 da Ancona, 19 da Pesaro-Urbino, 16 da Fermo e 12 da Ascoli Piceno».

Il contributo regionale verrà concesso per l’acquisto e l’installazione di impianti di ventilazione per il ricambio d’aria e per migliorare la qualità degli ambienti frequentati dagli studenti. «Abbiamo attivato l’iter per i contributi in tempi record – spiega in una nota l’assessore regionale all’Edilizia scolastica, Francesco Baldelli -. In meno di 40 giorni dall’annuncio siamo passati ai fatti con la predisposizione del bando all’interno della piattaforma digitale della Regione Marche. In questa fase è fondamentale dare risposte efficaci e farlo in tempi rapidi facendo ricadere sui territori risorse e progetti concreti nel più breve tempo possibile». Il finanziamento regionale complessivo ammonta a 2 milioni di euro, mentre il contributo per attrezzare le aule è di 4 mila euro per ogni classe. «La risposta in massa delle amministrazioni locali ci ha dato ragione sulla scelta di puntare su questi impianti che offrono soluzioni strutturali all’esigenza di avere scuole più sicure per i nostri ragazzi – conclude Baldelli-. Nei prossimi giorni accelereremo i tempi di istruttoria per verificare quante delle domande pervenute rispondano ai requisiti richiesti e quali potranno essere immediatamente finanziate in base alla graduatoria e ai parametri scelti, consentendo un idoneo equilibrio territoriale tra piccoli e grandi Comuni». 



fonte AnconaToday

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here