Varato il primo dpcm del premier Draghi. Ecco punto per punto che cosa fare e cosa no fino al martedì di Pasqua

0
6
Varato il primo dpcm del premier Draghi. Ecco punto per punto che cosa fare e cosa no fino al martedì di Pasqua


Tutto pronto, più o meno e attenzione alle date. Il nuovo Dpcm, il primo firmato dal presidente del consiglio Draghi, entra in vigore dalla mezzanotte di sabato 6 marzo e resterà in vigore fino al sei aprile. Queste due pagine si possono considerare pertanto come una sorta di guida alle restrizioni del prossimo mese. Le Marche tuttavia costituiscono una delle zone in cui ci sono delle restrizioni maggiori in una porzione di territorio. Secondo l’ordinanza firmata dal governatore Acquaroli ieri la provincia di Ancona da oggi è zona rossa fino a venerdì prossimo. Poi venerdì l’ordinanza verrà aggiornata.

È bene ricordate quindi che da oggi fino a venerdì tutti i comuni della provincia di Ancona saranno una zona a parte all’interno delle Marche che invece sono classificate come zona arancione. Nel novero delle possibilità abbiamo inserito anche la zona arancione rafforzato che mescola alcune peculiartà della zona arancione e altre della zona rossa (per esempio la chiusura delle scuole). È stata adottata in alcune micro zone del nord. Ecco a seconda della fascia che cosa si può fare o non fare. 

 

 

 

 

ZONA GIALLA

SI

1

Andare a pranzo al bar e al ristorante. Prendere cibo e bevande da asporto dai bar fino alle 18 e dai ristoranti fino alle 22, oppure ordinare la consegna a domicilio. Centri commerciali aperti dal lunedì al venerdì.

 

2

Una volta al giorno, tra le 5 e le 22, due persone, oltre ai minori di anni 14 sui quali esercitano la potestà genitoriale, possono andare a trovare parenti e amici.

 

3

Dal 27 marzo via libera per visitare musei, mostre, cinema o a teatro.

 

4

Sì alla scuola in presenza. Ok a centri sportivi, parchi, attività sportiva all’aperto, andare dal parrucchiere e nei centri estetici, andare nella seconda casa, anche fuori regione (non in zona rossa).

 

5

Il governatore Acquaroli ha chiesto di aprire i ristoranti anche di sera. Richiesta pendente.

 

NO

1

Non si può uscire dalle 22 alle 5. Chiusi palestre o piscine. Idem teatri, musei, mostre e cinema ma fino al 27 marzo. Non si può entrare nei luoghi pubblici senza mascherina.

 

2

Acquisti vietati nei centri commerciali il sabato, la domenica, i giorni prefestivi o festivi. Chiuse discoteche e sale giochi. Vietata organizzazione o partecipazione feste

 

3

Non ci si può spostare in auto in più di tre persone non conviventi. Vietato spostarsi fuori regione (eccezione seconda casa purché non in zona rossa). In caso nelle Marche ci siano zone di colori diversi: chi è in zona gialla non può andare in zona rossa o arancione.

 

4

È raccomandato non ricevere in casa più di due adulti.

 

5

Non si può cenare al ristorante o consumare al bar dopo le 18.

 

ZONA ARANCIONE

SI

1

Si può uscire dalle 5 alle 22 e prendere cibo da asporto al bar prima delle 18 e al ristorante prima delle 22.

 

2

Si può andare fuori Comune per raggiungere la seconda casa (se non si trova in zona rossa). Si può andare fuori Regione per raggiungere la seconda casa (se non si trova in zona rossa).

 

3

Si possono visitare parenti o amici (nel Comune) una volta al giorno in due persone, oltre ai minori di 14 anni sui quali si esercita la potestà genitoriale.

 

4

Sì ai centri commerciali aperti dal lunedì al venerdì. Aperti anche tutti i negozi e le attività di parrucchieria o centro estetico.

 

5

Si può andare a scuola in presenza alle superiori, seguendo i turni di Dad al 50% salvo ordinanze restrittive di governatori o sindaci.

 

NO

1

Non si può andare al bar o al ristorante. Nè prendere cibo o bevande da asporto dai bar dopo le 18 e dai ristoranti dopo le 22.

 

2

Non si può uscire di casa dalle 22 alle 5 senza motivi di lavoro, salute o urgenza. Nè si può uscire dal proprio Comune di residenza senza motivi di lavoro, salute, urgenza. Non si può uscire dal comune per dare attività sportiva o attività motoria all’aperto.

 

3

Vietato spostarsi in auto in più di tre persone. Non si può visitare amici e parenti più di una volta al giorno e andare in più di due adulti. È raccomandato non ricevere in casa più di due adulti.

 

4

Vietato organizzare o partecipare a feste. Andare in discoteca o nelle sale giochi.

 

5

Vietato entrare nei luoghi pubblici e nei negozi senza la mascherina.

 

ZONA ARANCIONE SCURO

SI

1

Si può andare a trovare parenti o amici una volta al giorno in due persone, oltre ai minori di 14 anni sui quali si esercita la potestà genitoriale. Si può uscire dalle 5 alle 22. Si può andare in tre persone in macchina anche se non si è conviventi.

 

2

Si può andare in un centro commerciale dal lunedì al venerdì. Si può andare in tutti i negozi. Così come si può andare dal parrucchiere o in un centro estetico.

 

3

Si può fare attività motoria e attività sportiva all’aperto a meno che non sia espressamente vietato dalle ordinanze comunali e regionali che hanno disposto il rafforzamento delle misure restrittive.

 

4

Si può andare a scuola se le ordinanze comunali o regionali non lo hanno vietato.

 

NO

1

 Non si può andare al bar o al ristorante. Nè si può prendere cibo o bevande da asporto dai bar dopo le 18 e dai ristoranti dopo le 22.

 

2

Mobilità: non si può uscire di casa dalle 22 alle 5 senza avere motivi di lavoro, salute o urgenza. Non si può uscire dal proprio Comune di residenza senza motivi di lavoro, salute, urgenza. Non si può andare nelle seconde case.

 

3

Non si può visitare un museo o una mostra. Né andare al cinema o al teatro. Off limits anche i centri commerciali il sabato, la domenica, nei giorni prefestivi e festivi.

 

4

Non si può andare a scuola, né si possono visitare amici e parenti più di una volta al giorno e andare in più di due adulti.

 

ZONA ROSSA

 

SI

1

Si può uscire di casa solo per comprovate esigenze di lavoro, salute e urgenza. Bisogna sempre avere l’autocertificazione. Si può uscire dal Comune o Regione di residenza solo per motivi di lavoro, necessità e urgenza.

 

2

Si può andare al supermercato, in farmacia, all’edicola e dal tabaccaio. Chiusi gioiellerie e negozi di abbigliamento e calzature (tranne infanzia, che restano aperti).

 

3

Si potrà acquistare cibo e bevande da asporto nei bar fino alle 18 e nei ristoranti fino alle 22 ma anche ordinare le consegne a domicilio.

 

4

Si potrà fare attività motoria e attività sportiva all’aperto solo nei pressi della propria abitazione.

 

5

Se si è separati o divorziati, uscire dal Comune o dalla Regione per raggiungere i figli minori.

 

NO

1

Non si può visitare amici e parenti più di una volta al giorno e andare in più di due adulti.

 

2

Non si può uscire di casa dalle 22 alle 5 senza avere motivi di lavoro, salute o urgenza. Nè uscire dal proprio Comune di residenza per fare attività motoria: consentiti solo motivi di lavoro, salute, urgenza. Vietato andare nelle seconde case

 

3

Non si può andare al bar o al ristorante. Non si può prendere cibo o bevande da asporto dai bar dopo le 18 e dai ristoranti dopo le 22.

 

4

Non si può visitare un museo o una mostra, al cinema o al teatro. Chiusi i centri commerciali il sabato, la domenica, nei giorni prefestivi e festivi.

 

5

Non ci si può spostare con l’automobile in più di tre persone.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA





fonte Corriere Adriatico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here