Covid, muore il consigliere comunale Gullace Era ricoverato in ospedale da settimane

0
6
Covid, muore il consigliere comunale Gullace Era ricoverato in ospedale da settimane


Pino Gullace

 

 

«Il Covid si è portato via Pino Gullace, consigliere comunale di Jesiamo, ma prima ancora persona buona, leale e sincera. Lo ringraziamo di cuore per l’amicizia, per il sostegno disinteressato che in questi 9 anni di strada insieme ha sempre mostrato, ascoltando e prendendosi a cuore i problemi anche più marginali che gli segnalavano i cittadini, confermandosi un uomo sensibile e soprattutto un vero amico. Ciao caro amico. Ciao Pino». Sono stati i colleghi d’aula, nella primo pomeriggio di oggi, a dare la notizia della scomparsa del consigliere comunale di Jesi, al suo secondo mandato. Pino Gullaea aveva 71 anni ed è deceduto intorno alle 13 di oggi all’ospedale ‘Carlo Urbani’ dove era ricoverato ormai da diverse settimane dopo essere risultato positivo al Covid 19. Prima di andare in pensione, era stato titolare de ‘La Casa della Plastica’ negozio in via Nazario Sauro ed era impegnato nel volontariato. «Pino era un consigliere comunale, ma prima ancora persona buona, leale, sincera. Ha lottato come un leone, assistito in maniera encomiabile dal personale sanitario del ‘Carlo Urbani’. Alla fine si è arreso, lasciandoci attoniti.- scrive anche il sindaco Massimo Bacci  – Lo ringrazio di cuore per il sostegno disinteressato che in questi 9 anni di strada insieme ha sempre mostrato, ascoltando e prendendosi a cuore i problemi anche più marginali che gli segnalavano i cittadini, confermandosi un uomo sensibile e soprattutto un vero amico. Ciao Pino». A condividere il cordoglio dei consiglieri di maggioranza si sono uniti anche quelli di ‘Jesi in Comune’. «Il nostro gruppo con sincero e grande dispiacere condivide il lutto per la scomparsa di Pino Gullace, consigliere comunale di Jesiamo. Lo ricorderemo per i suoi modi gentili, per la sua pacatezza e il suo impegno per la città» si legge nel messaggio di condoglianze sui social media.



Fonte CronacheAncona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here