senza dimora, nuovo contributo per prolungare l’accoglienza

0
7
l'appello delle associazioni ad aiutare le persone senza fissa dimora


1′ di lettura
20/03/2021
– Saranno ancora accolti in alberghi e pensioni i senza dimora che gravitano nel territorio dell’Ambito territoriale sociale 12, che comprende i Comuni di Falconara (capofila), Agugliano, Camerata Picena, Chiaravalle, Monte San Vito, Montemarciano e Polverigi.

L’Ats 12 ha infatti deciso di stanziare altri 5mila euro per prolungare il progetto ‘Emergenza freddo’, con il quale nove persone senza casa sono state ospitate nelle strutture ricettive del territorio. Il Comitato dei sindaci, dopo un primo contributo di 10mila euro per coprire il periodo da gennaio a marzo, ha risposto positivamente anche alle nuove richieste delle associazioni di volontariato Tenda di Abramo e Unità di strada Ribò, per proseguire con l’accoglienza delle persone già seguite.

La decisione è stata presa tenendo contro che “la situazione pandemica in atto sta registrando una nuova fase di recrudescenza e che pertanto se terminassero le ospitalità c’è il concreto rischio che il ritorno di persone in strada possa mettere in pericolo la loro salute e quella delle persone con cui potrebbero venire in contatto”.

Proprio l’emergenza sanitaria impedisce di ospitare i senza dimora nelle strutture d’accoglienza da anni attive nel territorio. Fino ai primi mesi del 2020 nei periodi più freddi è stato aperto un ulteriore rifugio ricavato nei locali di via Friuli della parrocchia di San Giuseppe, a Palombina Vecchia, soluzione che quest’anno non è stato possibile attuare sempre per le limitazioni dettate dalle norme anti-contagio. Il progetto per l’accoglienza nelle strutture ricettive, portato avanti da Tenda di Abramo e Unità di strada Ribò con il contributo dell’Ats 12, ha potuto dare risposte a una parte delle persone che venivano ospitate prima della pandemia.



fonte VivereAncona

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here