Malore fatale in strada: addio a Morena Recanatesi «Anima storica del commercio cittadino»

0
6
Malore fatale in strada: addio a Morena Recanatesi «Anima storica del commercio cittadino»


Morena Recanatesi

 

di Alberto Bignami

Tragedia nel primo pomeriggio di oggi a Falconara. Erano circa le 14 quando, mentre camminava in via Mameli, ha accusato un malore e poi si è accasciata priva di sensi al suolo. Non c’è stato nulla da fare per Morena Recanatesi, 50enne titolare del negozio La Bottega del Caffè di via Cairoli. La donna ha perso la vita non molto distante dalla sua attività, specializzata nella vendita di bomboniere, articoli da regalo, prodotti di pasticceria e cioccolateria.  Chiamati i soccorsi, sul posto sono giunte le ambulanze della Croce Gialla falconarese, il 118 e le pattuglie della Tenenza dei carabinieri.
La strada, un tratto di via Mameli, è stata chiusa alla circolazione da parte degli agenti della polizia locale in modo tale da permettere le operazioni di soccorso. Per la donna non c’era però più nulla da fare nonostante i disperati tentativi fatti dal personale medico e sanitario.  Giunto sul luogo anche il medico legale, è stata confermata la morte naturale della donna. Sarebbe avvenuta per un aneurisma. La salma è stata quindi consegnata alla famiglia. La donna lascia marito e due figli.  «La morte di Morena Recanatesi è un duro colpo per la città». Il sindaco Stefania Signorini esprime il cordoglio di Falconara per la scomparsa della nota commerciante del centro. «La sua era una presenza storica del commercio cittadino – aggiunge – e anche la mia famiglia, in particolare mia madre, frequentava spesso il negozio in cui Morena ti accoglieva ogni giorno, con la sua empatia. Era una persona dinamica, attiva ed è difficile immaginare di non vederla più dietro il bancone». Anche i colleghi commercianti del gruppo I love shopping a Falconara ricordano Morena Recanatesi: «La nostra amica e collega, con il suo coraggio, la sua forza e il suo sorriso ci ha dato un grande esempio di vita. Siamo vicini alla famiglia».

(servizio aggiornato alle 18,25)



Fonte CronacheAncona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here