Coronavirus, altri 13 morti in un giorno nelle Marche, il più giovane aveva 59 anni/ La progressione del contagio

0
6
Coronavirus, altri 13 morti in un giorno nelle Marche, il più giovane aveva 59 anni/ La progressione del contagio


ANCONA – Emergenza coronavirus, oggi, venerdì 26 marzo, sono stati 13 i morti segnalati dal Gores nelle Marche. Il bollettino arriva poco dopo l’annuncio della zona rossa Covid nelle Marche almeno fino a Pasqua. Sono deceduti 8 uomini e 5 donne, tutti con malattie pregresse. La vittima più giovane è stata un 59enne di Carpegna (Pu), quella più anziana un 95enne di Ascoli.

Dall’inizio dell’emergenza nelle Marche sono morte 2.579 persone, 1.452 uomini e 1.127 donne, con un’età media di 82 anni; il 96,9% era affetto anche da altre malattie. La provincia di Pesaro e Urbino è quella che sbuito più lutti (887), seguita da Ancona (791), Macerata (433), Fermo (243) e Ascoli (200). Sono 25 le vittime provenienti da fuori regione.

Miliardi con i vaccini ma meno blister, la Pfizer taglia il personale nelle Marche

LA PROGRESSIONE DEL CONTAGIO

 

 

CALANO I RICOVERATI

Un piccolo segnale positivo arriva dal dato dei ricoveri per Covid nelle Marche: sono 959 (-2 rispetto a ieri). Calano anche i ricoverati in Terapia intensiva (152, -5) e nei reparti non intensivi (593, -4), ma crescono quelli in Semintensiva (214, +7). Crescono i pazienti dei Pronto soccorso (113, +3) e gli ospiti di strutture territoriali (249, +93). Calano i positivi in isolamento domiciliare (9.153, -62) mentre crescono le quarantene per contatto con positivi (19.669, +222; 8.708 sintomatici). 

 

 

Ultimo aggiornamento: 17:59


© RIPRODUZIONE RISERVATA





fonte Corriere Adriatico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here