Campagna vaccinale, all’esterno del Pala Fermi panchine per chi attende

0
4
Campagna vaccinale, all’esterno del Pala Fermi panchine per chi attende


La panchine posizionate nel parcheggio della piscina utilizzabili anche dagli acogmpagnatori di chi è in attesa di ricevere la somministrazione del vaccino anti-Covid

 

«Ormai non passa giorno che io non vada almeno una volta al PalaFermi quando ci sono le giornate vaccinali. Sento forte la responsabilità di una operazione che ricorderemo per sempre e che segnerà un capitolo importante nei libri di storia dei prossimi anni. – scrive in un post il sindaco do Fabriano, Gabriele Santarelli – Ogni volta cerco di capire quali possono essere gli aspetti da migliorare seguendo le persone nelle diverse fasi della vaccinazione. Soprattutto ora che a vaccinarsi sono le persone più a rischio che vengono accompagnate da figli e nipoti penso sia necessario rendere tutto più agevole e dignitoso».

Il sindaco di Fabriano Gabriele Santarelli

Nei giorni scorsi sono stati registrati imprevisti e disservizi. «Questo provoca dispiacere perchè tutti stanno facendo del proprio meglio e vorremmo che tutto andasse sempre bene.- aggiunge il sindaco – Negli ultimi giorni ho visto che con il bel tempo alcuni, soprattutto gli accompagnatori, preferiscono aspettare fuori la palestra. Per questo ho chiesto di posizionare alcune panchine che abbiamo acquistato e che giacciono in magazzino in attesa di metterle nei parchi. Sono state installate anche le 3 videocamere di sorveglianza a servizio del parcheggio della piscina comunale». Santarelli raccomanda inoltre di ricordare che «chi ha la prenotazione dalle 8 alle 9 troverà la struttura chiusa fino alle ore 8. È consigliato non presentarsi con troppo anticipo per non rischiare di dover attendere all’aperto. Quando aprono le porte, se sono presenti tante persone in attesa, non vengono fatti entrare subito tutti; i moduli vanno compilati a casa scaricandoli dal sito dell’Asur e se per qualsiasi motivo non potete rispettare l’appuntamento datene informazione al numero 800.93.66.77».



Fonte CronacheAncona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here