Giulia Crispiani vince il premio giovani collezionisti: le sue lettere al Maxxi

0
3
Giulia Crispiani vince il premio giovani collezionisti: le sue lettere al Maxxi


Incontri in luoghi straordinari. E’ questo il titolo dell’opera realizzata dall’artista Giulia Crispiani, anconetana classe 1989 trapiantata a Roma, che si è aggiudicata il premio Giovani Collezionisti per Quadriennale d’arte 2020 Fuori. Il riconoscimento è l’esito di una sinergia tra l’Associazione Giovani Collezionisti, attiva dal 2003 nell’avvicinare nuovi potenziali collezionisti all’arte contemporanea, e le due istituzioni nazionali con sede nella capitale dedicate alla promozione della creatività contemporanea, Maxxi – Museo nazionale delle arti del XXI secolo e Fondazione Quadriennale di Roma. 

La giovane artista ha sbaragliato la concorrenza, battendo gli altri dieci artisti in concorso, in virtù della sua significativa ed evocativa rappresentazione del tempo attuale segnato dalla pandemia. «Ho pensato di realizzare un lavoro complesso – spiega la Crispiani – che comprende disegno, azioni e comportamenti. In pratica ho spedito una missiva identica a sessanta destinatari e utilizzato poi le risposte come punto di partenza per un testo poetico. Stralci delle lettere sono state ricamate da me su tessuto, restituendo una dimensione gestuale e intimista, mentre altre ancora le ho impresse su alcuni cartoni della pizza. Tremila di questi cartoni porta vivande sono stati utilizzati dai ristoranti della Capitale per le consegne a domicilio, uno dei pochi sistemi di comunicazione possibile durante il lockdown».

L’opera di Giulia è stata acquistata dall’associazione per donarla al Maxxi, il museo nazionale delle arti del XXI secolo con sede a Roma progettato dall’archistar Zara Hadid. «Quando ho saputo del premio – prosegue l’artista – sono stata davvero felice. La mia famiglia è stata fiera di me, sapendo anche tutto il lavoro che c’è stato dietro». Le radici per quest’artista sono molto importanti: «Sono nata e cresciuta tra Polverigi ed Agugliano – dice – e torno sempre con immenso piacere nella mia città natale». Giulia Crispiani si è diplomata in ceramica presso l’Accademia Gerrit Rietveld di Amsterdam, per poi completare la sua formazione frequentando il biennio itinerante in “Art Praxis” al Dutch Art Institute di Arnhem.



fonte AnconaToday

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here