Falconara, Francesco Maria Nocelli lascia l’incarico da segretario generale

0
7
Falconara, Francesco Maria Nocelli lascia l’incarico da segretario generale


Il sindaco Signorini con Nocelli

 

Ai saluti il segretario generale Francesco Maria Nocelli, che lascia Falconara per assumere l’incarico di dirigente della segreteria di Giunta regionale ed enti locali. L’amministrazione comunale gli rivolge un grande in bocca al lupo e lo ringrazia per l’attività svolta dal primo novembre 2018 a oggi per il Comune di Falconara. «Francesco Maria Nocelli – dice il sindaco Stefania Signorini – è stato il segretario che ho scelto per accompagnarmi in questa esperienza amministrativa alla guida della città. Una scelta che è stata motivata da preparazione, competenza e professionalità, unite a qualità umane per me molto importanti come fiducia, spirito di squadra, capacità di mediazione e che lo hanno reso per me una risorsa molto preziosa. Sono grata per il supporto che ha saputo dare all’amministrazione comunale e sono consapevole che nella nuova realtà avrà un ruolo importante proprio per queste sue qualità, che per me lo rendono speciale. Sono certa che il presidente Francesco Acquaroli e la Giunta regionale troveranno in lui un validissimo supporto. Faccio tantissimi auguri al dottor Nocelli per questo suo nuovo percorso» Laureato in Giurisprudenza a Macerata, Francesco Maria Nocelli ha conseguito il diploma di perfezionamento all’università di Urbino, poi un master in valutazione e controllo nella pubblica amministrazione a Macerata, prima di intraprendere una carriera che lo ha portato a lavorare in tutta Italia. In provincia di Ancona il dottor Nocelli ha ricoperto il ruolo di segretario a Castelfidardo, Numana e Loreto A Falconara, oltre a svolgere i suoi compiti di assistenza giuridico amministrativa e di controllo interno, il dottor Nocelli ha avviato una riforma dei regolamenti che disciplinano l’attività dell’ente locale, a partire dal nuovo Regolamento di polizia urbana, che è stato approvato il 26 novembre e ha sostituito il precedente, datato 1951. E’ stato possibile introdurre lo strumento del Daspo urbano e disciplinare in modo organico una serie di aspetti della vita cittadina, a tutela della sicurezza e del decoro. Anche il Regolamento per la videosorveglianza è stato approvato nel corso del 2020 e ha permesso di disciplinare con maggiore puntualità l’utilizzo delle telecamere installate anche dal Comune in tutto il territorio. Il 2020 è stato anche l’anno del nuovo regolamento Imu e di quello che disciplina l’accesso agli atti. Durante lo scorso anno sono state inoltre approvate modifiche ai regolamenti esistenti, in alcuni casi di importanza rilevante. Sempre nel 2020 è stato approvato il nuovo Regolamento comunale per l’effettuazione delle spese di rappresentanza e sono stati aggiornati i regolamenti sulla Tari e quello generale delle entrate comunali.

 

 



Fonte CronacheAncona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here