Due pitbull attaccano un pastore maremmano, donna resta ferita mentre cerca di separare i cani

0
1
Due pitbull attaccano un pastore maremmano, donna resta ferita mentre cerca di separare i cani

MONTE SAN VITO – Cani senza guinzaglio né museruola si azzannano e a farne le spese è la proprietaria di un pastore maremmano, che finisce a terra cadendo in un canale e battendo la schiena. Ma ciò che indigna i presenti che ieri mattina alle 9 circa si sono trovati a passare al parco “Roberto Zappi” del paese, nella parte adibita a sgambatoio, è stata la reazione della padrona dei due pittbull che hanno aggredito il maremmano.


LEGGI ANCHE

Schianto da brividi tra due auto sulla rotatoria a Civitanova. Distrutti anche i segnali stradali

Un boato e la falesia frana, paura in spiaggia: erano in tre nel tratto vietato

 

La donna, anziché chiamare l’ambulanza o prestare soccorso, si è allontanata di fretta. Secondo quanto riferito da alcuni testimoni, il maremmano e la sua conduttrice (una 60enne del paese) sarebbero stati aggrediti da due pittbull sciolti. Forse allontanatisi dalla padrona o scappati dal recinto dell’abitazione, i due pittbull hanno azzannato il maremmano. La 60enne nel tentativo di separare i cani per proteggere il suo, ha perso l’equilibrio ed è caduta all’indietro andando a finire in un canaletto di cemento per lo scolo delle acque piovane. Nella caduta la donna ha battuto la schiena e non riusciva più a rialzarsi.

Le urla hanno attirato l’attenzione dei passanti. Ma intanto, la proprietaria dei pittbull era venuta a recuperarli e si è allontanata di corsa. «Sono scioccato – dice un passante – ho sentito le urla e sono corso a vedere, ho visto la signora a terra che non riusciva a rialzarsi, piangeva dal dolore, mentre la proprietaria dei pittbull si allontanava di fretta dicendo che aveva un impegno…senza aiutare l’altra e senza chiamare neanche il 118, roba da matti». La figlia della signora rimasta ferita che abita in zona è accorsa e ha chiamato l’ambulanza. La donna è stata caricata su una barella spinale e portata al pronto soccorso dell’0spedale “Carlo Urbani” di Jesi con un codice giallo di media gravità.

Nella caduta ha riportato un trauma contusivo alla schiena, fortunatamente gli esami clinici hanno escluso fratture. I presenti, indignati per quella repentina fuga senza neanche un gesto di scuse o di aiuto, hanno chiamato i Carabinieri. Sul posto, è intervenuta la pattuglia della Stazione di Chiaravalle che ha accertato la dinamica dei fatti e raccolto le testimonianze. Sono in corso accertamenti per chiarire i contorni dell’omissione di soccorso e verificare le condizioni di custodia dei cani. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA





fonte Corriere Adriatico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here