663.253 sono le prime dosi

0
1
663.253 sono le prime dosi


ANCONA In cinque giorni di Vax days sono stati ottomila i maturandi delle Marche che hanno voluto procedere alla profilassi anti Covid prima dell’esame di Stato. Ottomila su 13.600, distribuiti negli hub vaccinali senza necessità di procedere alla prenotazione. L’operazione della Regione si è conclusa ieri alle 18.30 mentre ci si sta avviando alla vaccinazione di un milione di marchigiani: secondo i dati forniti al governo risultano 977.983 le persone nelle diverse fasce di età che hanno proceduto alla somministrazione del siero, su un totale di 1.057.820 dosi consegnate (92,5%).

 

 

«Se i rifornimenti continueranno a giungere con regolarità – ha spiegato l’assessore regionale alla Sanità, Filippo Saltamartini – entro la fine di questo mese-inizio luglio, avremo pure 1 milione di persone vaccinate nelle Marche, rispetto ad una platea di soggetti vaccinabili di circa 1,250 milioni di cittadini». 

Il report
E nell’avanzare verso le zona bianca (D-day previsto il 21 giugno), le Marche continuano a registrare una frenata sostanziale di casi da Covid con un progressivo svuotamento di reparti dedicati, comprese le Residenze sanitarie per anziani. Nelle strutture sociosanitarie sono attualmente 80 gli ospiti ancora positivi di cui 45 a Campofilone, 22 a Fossombrone e 13 nella Residenza Dorica Inrca: tutte le altre sono ormai libere dall’incubo del virus e hanno ripreso l’attività normale pre pandemica. Negli ospedali regionali invece sono arrivati a 96 (ieri) i ricoverati positivi con 9 dimessi rispetto alla giornata precedente, con 17 pazienti in rianimazione (Marche nord, Torrette, Pediatria, Jesi, Covid hospital e San Benedetto). In semi intensiva attualmente sono 28 i degenti che si trovano a Marche Nord e al Covid hospital, mentre 51 sono i ricoveri nei reparti non intensivi. Soltanto due gli accessi al pronto soccorso ed entrambi sono stati registrati all’ospedale di Macerata. 

I dati generali
Dall’inizio della pandemia ad oggi sono stati 103.120 i casi positivi diagnosticati nelle Marche e 635.994 quelli negativi per un totale di 1,2 milioni di tamponi effettuati compresi i test ripetuti sulla stessa persona e nel percorso guariti. Ieri sono stati segnalati 75 positivi al Covid rilevati nell’ultima giornata tra le 1.258 nuove diagnosi: 23 in provincia di Ancona, 19 in provincia di Macerata, 13 in provincia di Pesaro Urbino, 10 in provincia di Fermo, 9 in provincia di Ascoli Piceno e 1 fuori regione. Secondo il servizio Sanità della Regione Marche i 75 nuovi casi comprendono 18 soggetti sintomatici, contatti in setting domestico (16), contatti stretti di casi positivi (21), contatti in setting lavorativo (2), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (6), screening percorso sanitario (1) e un caso proveniente da fuori regione. Per altri 10 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. È di due decessi a causa del Covid il bilancio giornaliero che ha fatto salire il totale a 3.022 vittime dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Sono morti una donna di 82 anni di Tavullia e un uomo di 85 di Corridonia, tutti e due con patologie pregresse. Anche a livello scolastico il monitoraggio dell’ufficio regionale conferma l’andamento in discesa dei casi, con un -77,47% di quarantene nel periodo compreso tra il 2 maggio ed il 2 giugno. La frenata maggiore è stata registrata nelle scuola d’infanzia (-80%) e nelle scuola primaria (-87,5%) dell’intera regione, dove le quarantene sono passate rispettivamente da 35 a 7 e da 72 a 9 in un mese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



© RIPRODUZIONE RISERVATA





fonte Corriere Adriatico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here