A14, giornata da bollino rosso. Oggi si temono altri disagi verso nord, i cantieri osservati speciali

0
1
A14, giornata da bollino rosso. Oggi si temono altri disagi verso nord, i cantieri osservati speciali

FERMO – Il turismo non può ripartire davvero se non si scioglie il nodo dell’A14. E’ stato comunque un weekend tutto sommato tranquillo quello appena trascorso. Nelle giornate di ieri e di sabato il traffico ha fatto segnare un solo chilometro di coda, a volte arrivata fino a 3. Stando alle apposite previsioni fatte da Autostrade fino al prossimo giovedì, la giornata più brutta della settimana dovrebbe essere quella di oggi.


Ciclabile, il comitato in pressing: «Bene, è cambiata la mentalità. Ma ora fate presto con il senso unico​»

Auto distrutta da un incendio probabilmente doloso, i residenti: «Era il deposito della droga»

 

Verso nord, in senso contrario rispetto alla solita direzione sud. 

La previsione
Bollino rosso per le prime ore della mattinata, poi sempre giallo tranne nella parte centrale del pomeriggio, in cui il colore tornerà rosso. Per il resto della settimana il bollino previsto è giallo al mattino presto, e dall’ora di pranzo per tutto il pomeriggio, in entrambi i sensi di marcia. Da domenica dovrebbe essere risolto il primo dei due nodi che creano problemi, quello in corrispondenza del restringimento per il cantiere di ricostruzione del cavalcavia.

L’impalcato di colore blu già da giorni è al cantiere e dovrebbe essere collocato sabato notte. Se il traffico si congestiona oltremisura c’è la possibilità di aprire due corsie nella direzione a flusso prevalente. Risolto a breve il problema tra Porto Sant’Elpidio e Fermo-Porto San Giorgio, ci vorrà ancora un po’ per il tratto a sud di Pedaso.

E per evitare di congestionare troppo l’autostrada dopo Pedaso, con conseguenze pesanti pure per il traffico urbano, Aspi sospenderà i cantieri nei weekend, a partire dal 18-19 giugno, con slittamento della fine dei lavori per qualche giorno del mese di luglio.

Nei giorni scorsi è pure arrivato l’intervento dei deputati della Lega Tullio Patassini e Antonio Zennaro. «Dopo l’interrogazione c’è una riapertura – dicono –: le difficoltà soprattutto nelle Marche e in Abruzzo sono tante, con conseguenze per l’ambiente e la salute dei cittadini». Ricordando la sospensione dei cantieri durante i fine settimana, in vista della stagione estiva, ribadiscono l’impegno che Aspi ha preso con il Ministero per potenziare l’A14 e studiare un programma di riduzione dei pedaggi. Terza corsia a sud di Porto Sant’Elpidio, quindi, perché, sottolineano i due deputati, «l’Adriatica è uno dei due assi viari fondamentali per i collegamenti nord-sud e quindi interruzioni di corsia, con code chilometriche, non sono ormai più tollerabili».

L’iniziativa
Situazione complicata, quindi, per le infrastrutture della regione e di questo si parlerà mercoledì prossimo alle ore 21.15, in un dibattito organizzato dal nuovo comitato Viabilità Marche sud, e trasmesso online sulla pagina Facebook del comitato. Quest’ultimo sottolinea come oltre al caldo, quando arriva l’estate, tornano i problemi delle file infinite in autostrada. «Parleremo di questo, ma anche di ferrovie, porti e aeroporti – dicono dal comitato, che si presenterà durante la serata – ci sarà un dialogo con le forze politiche sui temi delle infrastrutture». L’azione si annuncia su due fronti: quello dell’emergenza, e quello del necessario sviluppo delle infrastrutture, coinvolgendo le parti sociali. I relatori saranno i senatori Mauro Coltorti, presidente della Commissione Trasporti del Senato, e Giorgio Fede, l’assessore regionale alle Infrastrutture e Lavori pubblici, Francesco Baldelli, e quello al Bilancio, Guido Castelli.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA





fonte Corriere Adriatico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here