Bimba violentata e minacciata: «Non dire niente a casa»

0
1
Bimba violentata e minacciata: «Non dire niente a casa»


La sede della Procura ad Ancona

ANCONA – Da sola in auto con un adulto che avrebbe abusato di lei. La Procura di Ancona ha aperto un fascicolo per violenza sessuale su minore dopo la denuncia che la mamma della vittima ha sporto alla polizia. La figlia, 5 anni, sarebbe stata abusata sessualmente da un conoscente di famiglia, di 60 anni, che poi l’ha minacciata.

L’episodio choc, successo una volta sola e sul quale si stanno facendo tutte le verifiche, è accaduto in una città dell’entroterra anconetano. L’uomo, amico del padre della minorenne, avrebbe approfittato di lei una mattina di fine maggio mentre la riportava a casa. I due erano in auto quando l’adulto si sarebbe appartato e dopo aver spogliato la piccola l’avrebbe toccata nelle parti intimi lasciandole anche delle ferite.

I fatti sono al vaglio della magistratura che ha iscritto nel registro degli indagati il 60enne. La settimana scorsa il pm Irene Bilotta, che coordina le indagini, ha chiesto e ottenuto un accertamento medico irripetibile sulla bambina che è stato effettuato dal medico legale Loredana Buscemi. Questo al fine di evidenziare o meno se c’erano i riscontri della violenza.

Sembra sia stato il padre della bambina a chiedere al suo amico di portare la piccola a casa dalla madre. Avrebbe dovuto solo accompagnarla, per un breve tragitto. Una persona di cui si fidava e sulla quale adesso si dovrà fare chiarezza. È stata la bambina a raccontare alla madre cosa era accaduto in auto anche se lui l’aveva minacciata di non farlo. «Stai zitta o ti faccio del male – l’avrebbe intimorita – non dire niente a casa».





fonte Centropagina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here