Rifiuti, nelle Marche cresce la raccolta differenziata: ecco la mappa completa

0
1
Rifiuti, nelle Marche cresce la raccolta differenziata: ecco la mappa completa






Redazione

07 giugno 2021 14:09



Cresce la percentuale di raccolta differenziata nelle Marche che, nel 2020, ha fatto registrare un balzo in avanti dell’1,29%. Il rapporto tra il rifiuto totale prodotto e quello raccolto in maniera differenziata l’anno scorso ha raggiunto una media regionale del 71,84% con picchi del 74,85% a Macerata e del 72,85% a Pesato Urbino mentre il capoluogo di regione raggiunge il gradino più basso del podio (71,04%) davanti a Fermo (69,94%) e Ascoli Piceno (68,9%). L’incremento maggiore, rispetto all’anno precedente, è proprio quello ottenuto dalla città delle cento torri (+2,75%), seguita da Macerata (+2,14%), Fermo (+1,94%) e Pesaro Urbino (+1,22%) mentre resta stabile Ancona.


Su 228 Comuni marchigiani 191 (84%) hanno superato la soglia del 65% di raccolta differenziata nel 2020 con Lunano e Camerano ai primi due posti della classifica, entrambi oltre l’86% di differenziato. Tra i capoluoghi di provincia è ancora Macerata (75,46%) a guidare una classifica che trova invece Ancona (59,23%) all’ultimo posto e arretrata rispetto dalla soglia di legge. Per quanto riguarda i rifiuti prodotti nel 2020 diminuisce la quantità assoluta (-37.150 ton) così come cala il dato pro capite di rifiuti (-21 chili abitante/anno): nel 2020 ogni marchigiano mediamente ha prodotto 499 kg di rifiuti con numeri maggiori a Pesaro Urbino (535) e Ascoli Piceno (531) e dati più contenuti ad Ancona (486), Macerata (490) e Fermo (441).



“I cittadini ed i Comuni marchigiani continuano a impegnarsi per migliorare di anno in anno l’importante parametro di sostenibilità rappresentato dalla raccolta differenziata, rendendo il sistema di gestione dei rifiuti sempre più efficiente dal punto di vista ambientale ed economico- spiega in una nota dell’Arpam l’assessore regionale all’Ambiente, Stefano Aguzzi-. I dati forniti dall’Arpam sono fonte di preziose informazioni per lo sviluppo delle politiche regionali che ci impegneranno anche sul fronte dell’attuazione del Recovey plan nazionale”.









fonte AnconaToday

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here