venerdì sciopero e manifestazione ad Ancona

0
1
venerdì sciopero e manifestazione ad Ancona


2′ di lettura
Ancona 10/06/2021
– Il Coordinamento unitario del gruppo Elica ha proclamato per venerdì 11 giugno 4 ore di sciopero generale dell’area Cooking (stabilimenti di Mergo e Cerreto d’Esi) con manifestazione ad Ancona.

Sinistra Italiana è e sarà al fianco di lavoratrici e lavoratori, oggi 10 giugno contro l’illegalità e contro l’insicurezza sul lavoro, sua figlia degenerata, dopo i due recenti incidenti di Ancona e Ascoli, domani e in tutta la campagna perché la produzione torni a rispettare chi produce anche nelle trattative.

La mobilitazione di domani 11 giugno si oppone non solo al piano industriale di Elica, annunziato il 31 marzo 2021, con 409 esuberi complessivi su 560 dipendenti occupati nelle fabbriche Fabrianesi attraverso il trasferimento delle linee produttive a maggiore standardizzazione nello stabilimento di Jelcz-Laskowice in Polonia e l’integrazione nel plant di Mergo dell’attività oggi realizzata nel sito di Cerreto.

Il coordinamento unitario del gruppo Elica si oppone duramente al metodo scorretto di trasportare la trattativa, che deve svolgersi al tavolo nazionale del MISE, alle supposizioni divulgate attraverso la stampa di possibili aperture della direzione Elica, metodo mirato a confondere opinione pubblica e dipendenti.

Sinistra Italiana rafforzerà con tutti i propri strumenti la volontà espressa in queste richieste.

Chiediamo la proroga del blocco dei licenziamenti e ci opponiamo con forza alla differenziazione per categorie, come ha confermato Francesca Re David ad Ancona, segretaria nazionale FIOM, ricordando che non sono i maggiori introiti a dissuadere gli imprenditori da licenziare e delocalizzare.

Chiediamo che la riforma degli ammortizzatori sociali, che si trascina da vari governi, sia portata a compimento, essendo prioritaria l’approvazione di misure serie ed adeguate di sostegno al reddito, da finanziarie – se necessario – anche con una riforma del fisco che riequilibri il carico fiscale.

Siamo già all’opera per dare alle lavoratrici ed ai lavoratori nuove norme giuste sugli appalti, per opporsi alla semplificazione tanto cara a chi pone al primo posto gli italiani, ma non si sa con quali tutele.

Chiederemo la collaborazione a tutte le forze sinceramente democratiche per portare avanti questa proposta di legge.

Oggi e domani con le lavoratrici e i lavoratori dell’Elica, che hanno la piena titolarità di difendere i loro diritti!



fonte VivereAncona

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here