«Nave Splendida per splendida città», l’ammiraglia Msc è la più grande mai salpata da Ancona (Foto)

0
1
«Nave Splendida per splendida città», l’ammiraglia Msc è la più grande mai salpata da Ancona (Foto)


 

 

di Martina Marinangeli

Una stazza di 138mila tonnellate, per 333 metri di lunghezza. Milleseicento cabine che possono ospitare 4500 passeggeri. Tradotta in numeri, è così che si presenta la nave Splendida targata Msc, attraccata oggi per la prima volta alla banchina 26 del porto di Ancona e pronta a ripartire alla volta di Dubrovnik alle 15. Per il viaggio inaugurale dallo scalo dorico, è stata fatta una presentazione in grande stile, con tutte le autorità schierate ed il tradizionale passaggio del Crest. «Venire ad Ancona con una nave così importante della nostra flotta, è un segnale di grande fiducia sulle potenzialità del territorio – ha osservato Leonardo Massa, managing director Msc Crociere –. Nel piano industriale di Msc c’è spazio per crescere su Ancona e pensare a questo scalo per l’imbarco e lo sbarco non solo di ospiti italiani, ma anche internazionali». La compagnia ha infatti avanzato la richiesta (l’istruttoria è al momento in corso) per la concessione del terminal crociere situato sulla banchina 15, almeno fino alla realizzazione del banchinamento al Molo Clementino, quando Ancona dovrebbe diventare home port di Msc.

«Per crescere – continua Massa –, le condizioni principali stanno nel piano infrastrutturale e nei collegamenti con le ferrovie ed aeroporti». Nell’attesa che il porto di Ancona si trasformi per accogliere navi di questa stazza, Splendida attracca alla banchina 26 – esterna e quindi che meglio si presta alle manovre – ed i passeggeri vengono accompagnati nelle escursioni dai mezzi di Conerobus: visita alla Riviera del Conero, un giro in città a bordo dell’autobus ed a piedi, e tappa sulla spiaggia di velluto di Senigallia. Il tour della crociera parte da Trieste, per poi fare tappa ad Ancona, Dubrovnik, Bari, Corfù, Spalato e tornare a Trieste. Il tutto in una settimana durante la quale i passeggeri restano in quella che Massa ha definito una “bolla sociale”, ovvero un contesto di massima sicurezza anti-Covid: «siamo stati il primo operatore a ripartire nell’industria delle crociere già nell’agosto 2020 ed abbiamo implementato un protocollo che poi è diventato punto di riferimento per l’hospitality in generale. Il concetto di “bolla sociale”, appunto». A ieri, a bordo della nave c’erano circa mille passeggeri e poco meno di 300 se ne sono imbarcati ad Ancona. «Se avessi dovuto sognare un’ultima uscita come presidente dell’Autorità di sistema portuale, sarebbe stata così – il commento di Rodolfo Giampieri, con un piede già fuori dallo scalo nell’attesa che arrivi il suo successore Matteo Africano (martedì le commissioni Trasporti di Camera e Senato voteranno sulla sua nomina) –. C’è stato un gioco di squadra e ringrazio gli operatori del porto che la domenica hanno spostato le loro attività commerciali per permettere l’attracco di questa nave nella banchina 26». Gioco di squadra sottolineato anche dall’assessore regionale alle Infrastrutture Francesco Baldelli e dall’assessora comunale al Porto Ida Simonella. Dopo il saluto di Stefania Vago, il nuovo prefetto di Ancona Darco Pellos ha parlato di «una nave Splendida, in una città splendida, con alle spalle una regione splendida», mentre il contrammiraglio Enrico Moretti, comandante del porto dorico, ha ricordato il proverbio africano secondo cui «se vuoi vincere, corri. Ma se vuoi andare lontano, cammina insieme».

 

 

Si apre la stagione crocieristica: arriva la Msc Splendida



Fonte CronacheAncona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here