Taxi e Ncc: buoni viaggio per le categorie più deboli

0
1
Taxi e Ncc: buoni viaggio per le categorie più deboli


I taxi alla stazione in una foto d’archivio

 

Sostenere la ripresa del settore del trasporto pubblico eseguito con servizio taxi o noleggio con conducente, facilitare l’accesso al trasporto pubblico non di linea da parte di persone in difficoltà e favorire un’efficace distribuzione degli utenti del trasporto pubblico: sono queste le motivazioni alla base della decisione assunta dalla Giunta comunale di erogare buoni viaggio in favore di alcune categorie più deboli per poter utilizzare il trasporto pubblico privato, taxi e NCC, anche ad Ancona. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti aveva istituito un fondo, con una dotazione di 35 milioni di euro per l’anno 2020, destinato agli enti locali per la concessione in favore delle persone con mobilità ridotta, con patologie accertate, anche se accompagnate (appartenenti a nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica  o in stato di bisogno), residenti nei comuni capoluoghi di città metropolitane o capoluoghi di provincia, di un buono viaggio, pari al 50% della spesa sostenuta e, comunque, in misura non superiore a 20 euro per ciascun viaggio, da utilizzare entro il 31 dicembre 2021 per gli spostamenti effettuati a mezzo del servizio di taxi ovvero di noleggio con conducente. La Giunta ha dato incarico alla società M&P Mobilità e Parcheggi di predisporre i buoni viaggio e attuare tutta una attività di informazione ed erogazione nei confronti dell’utenza. La sinergia tra gli assessorati al Commercio e ai Servizi Sociali consentirà di predisporre da una parte la collaborazione con i titolari di licenze di taxi e servizio noleggio con conducente di Ancona e dall’altra procedere ad una verifica della correttezza delle dichiarazioni rilasciate nei moduli dai cittadini per ottenere il buono. Tra i beneficiari, le donne in stato di gravidanza, gli over 70, nuclei familiari con un Isee inferiore ai 16mila euro, invalidi civili per almeno il 74%, persone che necessitano di cure/assistenza presso strutture sanitarie pubbliche o private,  persone inserite nei percorsi di immunizzazione anti Covid, per il raggiungimento dei rispettivi punti di vaccinazione/tampone.  Per ottenere i buoni, dovrà essere presentata una apposita domanda per l’erogazione dei buoni viaggio, dichiarando il possesso di almeno uno dei requisiti previsti; i buoni potranno essere utilizzati esclusivamente nei confronti di titolari di licenza taxi o noleggio NCC (noleggio con conducente) rilasciata dal Comune di Ancona; i buoni viaggio avranno tagli da 10 euro cadauno per un numero massimo di 2 (pari a 20 euro) per ogni corsa e non potranno coprire più del 50% della spesa della corsa stessa. Salvo il caso di erogazione per visite mediche, tamponi o vaccinazioni, per il quali il beneficiario potrà ottenere al massimo 4 buoni, 2 per il viaggio di andata e due per il viaggio di ritorno, per ogni domanda potranno essere consegnati non più di 30 buoni pari ad un valore di 300 euro; in ciascun mese non potranno essere erogati, allo stesso beneficiario, buoni per un valore superiore ad euro 300.

La conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa

«Questa iniziativa – ha spiegato l’assessore al Bilancio e Trasporti, Ida Simonella – rientra nei diversi interventi realizzati dall’Amministrazione a sostegno di famiglie e imprese in difficoltà per via delle emergenza Covid. Questo settore del trasporto pubblico privato è tra quelli più colpiti dal periodo emergenziale e l’operazione ha come obiettivo sostenere da una parte i cittadini che ancora oggi non utilizzano appieno il trasporto pubblico locale e al contempo queste imprese». «M&P Mobilità e parcheggi – ha dichiarato l’assessore Stefano Foresi – è una società sempre più in crescita ed anche in questa occasione ha dato una risposta positiva e concreta. E’ una società in house che sta fornendo un grande servizio alla città: nel controllo dei mercati, nella vigilanza agli incroci con gli ausiliari del traffico, ecc». «I tempi per l’erogazione dei buoni è velocissima, da domani potranno essere scaricati bando e modulo di domanda dal sito del comune di Ancona e di M&P» ha precisato l’amministratore unico della società in house, Erminio Copparo. «Abbiamo lavorato per questo provvedimento nazionale atto a sostenere la mobilità delle persone e gli operatori del settore – ha affermato Gilberto Gasperoni di Confartigianato -. Quest’operazione porterà ad Ancona 174.000 euro di contributo per gli operatori del territorio comunale e può dare luogo a circa 17 /18.000 corse e interessa 32 tassisti del capoluogo dorico più due conducenti NCC». Sonia Burioni, presidente dell’associazione tassisti anconetani: «I tassisti dorici sono pronti per fornire il miglior servizio possibile nel rispetto della normativa anti Covid». «Questa iniziativa – ha sottolineato infine il segretario della Fita Cna Ancona, Fausto Bianchelli, – ha un duplice risvolto sociale e rappresenta una opportunità importante per il settore ed è stato possibile grazie anche a un lavoro sinergico tra più soggetti».

 



Fonte CronacheAncona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here