Primo giorno in zona bianca: ecco cosa cambia nelle Marche

0
1
Primo giorno in zona bianca: ecco cosa cambia nelle Marche

Da oggi (lunedì 21 giugno) anche le Marche entrano in zona bianca. Ne conseguono misure e regole anti Covid meno restrittive, niente coprifuoco e nessun limite di presenza ai tavoli dei ristoranti all’aperto. Resta l’obbligo di mascherina al chiuso e all’aperto mentre ci si può incontrare senza più il limite di sei persone e senza limiti orari con parenti e amici.


Bar e ristoranti


Con la nuova zona bianca ci si potrà spostare senza limiti di orario mentre bar, ristoranti e le altre attività di ristorazione possono restare aperti. Sono consentite senza restrizioni anche la vendita con asporto di cibi e bevande e la consegna a domicilio, che deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti. Le nuove regole prevedono che in zona bianca all’aperto non ci siano limiti di persone ai tavoli anche se resta il distanziamento di un metro, mentre nei bar e nei ristoranti al chiuso potranno sedere allo stesso tavolo massimo sei persone salvo che siano tutti conviventi. Resta invece il divieto di assembramento e l’obbligo di mascherina, sia all’aperto sia al chiuso. 


Matrimoni e feste private 


Sono consentite le feste private e via libera ai banchetti dopo le cerimonie (matrimoni, battesimi, cresime ecc) senza un limite del numero massimo di invitati. Durante questo genere di eventi si può anche ballare all’aria aperta, rispettando sempre la distanza di sicurezza. 


Zero nuovi contagi


Proprio in occasione dell’ingresso della regione Marche in zona bianca il servizio Sanità della Regione fa sapere che nelle ultime 24 ore non si sono registrati nuovi positivi al Coronavirus. Sono stati testati 812 tamponi. Il presidente della Regione, Francesco Acquaroli ha commentato così la notizia: «Iniziamo questa settimana con una bella notizia. Oggi nella nostra regione non sono stati registrati casi positivi al Covid, questo non accadeva dallo scorso 3 agosto».












fonte AnconaToday

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here