Folla di fan per l’Estetista Cinica al Museo Omero

0
1
Folla di fan per l’Estetista Cinica al Museo Omero


Grande successo per L’iniziativa “Bellezze al Museo” che vede protagonista da ieri alla Mole Vanvitelliana di Ancona l’influencer Cristina Fogazzi, più nota come Estetista Cinica, per il progetto che unisce la cultura all’estetica, con l’obiettivo di valorizzare e sostenere il patrimonio italiano. Fino a stasera la Fogazzi sarà al Museo Omero. Per ogni tappa, il Beauty-Truck della Fogazzi sosta di fronte all’ingresso del museo prescelto, attirando le appassionate del brand, che potranno vivere la straordinaria esperienza del marchio e ricevere un biglietto per poter visitare il museo. Inoltre, per questa edizione il beauty truck si trasforma in un vero e proprio hub artistico: per la prima volta, infatti, le fagiane prendono parte alla creazione di un’opera d’arte contemporanea.Tappa dopo tappa, le appassionate del brand sono invitate a scrivere la loro idea di bellezza su un fondoschiena scultoreo, che richiama i marmi dell’epoca Classica. Una volta finita, l’opera riuscirà a far incontrare il canone estetico del passato così fortemente legato all’immagine visiva e la contemporanea interpretazione concettuale del tema della bellezza. L’obiettivo è quello di creare un’opera corale che potrà essere venduta per finanziare progetti artistici e culturali promossi da giovani donne.

Con lo spirito ironico e coinvolgente che da sempre contraddistingue il mondo VeraLab, inoltre, viene allestito un backdrop raffigurante l’iconica conchiglia della Venere del Botticelli, su cui farsi fotografare nei panni del più famoso simbolo della bellezza e condividere lo scatto sui social. In tutte le tappe non mancheranno omaaggi e gadget per tutte le ‘fagiane’, come l’influencer chiama ironicamente le sue 850mila followers. Con questa nuova edizione del tour Veralab, il marchio e Cristina Fogazzi consolidano il loro impegno di sensibilizzazione all’arte e di supporto alle istituzioni culturali, così fortemente colpite dai ripetuti lockdown dell’ultimo anno.«Viviamo in un paese meraviglioso, il più ricco al mondo di monumenti e di musei di alto valore. Con il mio lavoro voglio dare un contributo a queste realtà e provare ad avvicinare quante più persone al mondo dell’arte perché dalla cultura si può ricominciare a vivere la normalità e a costruire il futuro» ha commentato Cristina Fogazzi, fondatrice del brand Veralab che ibridando strategie digitali ed esperienza offline è riuscita a creare un’impresa da oltre 50 milioni di euro, con 55 dipendenti.

 

 

 



Fonte CronacheAncona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here