Installati in città tre defibrillatori ad uso pubblico

0
1
Installati in città tre defibrillatori ad uso pubblico


5′ di lettura
Ancona 28/06/2021
– Da pochi giorni nel nostro territorio comunale sono stati installati i primi tre defibrillatori Semiautomatici (DAE – Defibrillatore Automatico Esterno) ad uso pubblico disponibili pertanto 24 ore su 24.

Ciò è stato possibile grazie alla donazione da parte di: Ottica Manna (rappresentata da Manna Michele) che ha permesso di installare un DAE a Piazza Roma; Rotaract (Presidente Nadia Versitelli) e Rotary club Ancona (Presidente Francesco Fantazzini) che ha permesso di installare un DAE in Largo XXIV Maggio; Rotary Club Ancona 25-35 (Presidente Marco di Marino) che ha permesso di installare il DAE presso il Monumento del Passetto.

I defibrillatori sono allarmati, videosorvegliati e collegati ad un sistema di controllo a distanza che ne verifica costantemente il funzionamento. La donazione, che prevede la firma di un protocollo con i tre donatori, consente all’Amministrazione di dare avvio a un progetto (approvato dalla Giunta comunale a seguito di una mozione votata dal Consiglio Comunale) con la finalità di rendere la nostra città cardioprotetta attraverso una distribuzione graduale dei DAE sia nelle zone ad alta densità di passaggio di persone, che nelle zone periferiche, soprattutto quelle più distanti dalla partenza dei mezzi di soccorso.

“Sin dagli scorsi anni l’Amministrazione comunale ha lavorato affinchè i defibrilllatori fossero presenti nei luoghi più frequentati della città – afferma il sindaco Valeria Mancinelli -. Dalla presenza dei defibrillatori nelle strutture sportive, si è passati alla dotazione di questi dispositivi per due auto della Polizia Locale ed ora con questo progetto miriamo alla diffusione di questo presidio di pronto intervento in altri punti della città, affinchè sia possibile il primo soccorso” .

Il progetto, denominato CUORE: ANCONA CITTA’ CARDIOPROTETTA, è infatti finalizzato ad una sempre maggior diffusione della cultura dell’importanza del primo soccorso e delle tecniche salva-vita e sensibilizzazione dei cittadini alla cardioprotezione. Quella per arresto cardiaco è una delle principali cause di morte (i dati statistici ci dicono che in Italia le morti superano le 70mila unità l’anno e il 65% di queste avvengono in ambiente extra ospedaliero). La defibrillazione precoce rappresenta il sistema più efficace per garantire le maggiori percentuali di sopravvivenza in caso di arresto cardio-circolatorio. Il DAE ha la stessa tecnologia dei defibrillatori impiantati ai pazienti che hanno già avuto o che sono a rischio di arresto cardiaco. Se, e solo se, la macchina ha riconosciusto l’aritmia, il defibrillatore si predispone ad erogare uno shock elettrico che permette di riattivare il battito cardiaco e garantire la sopravvivenza di chi è colpito da un improvviso arresto della normale funzione del cuore. Ad oggi in Italia per poter usare i defibrillatori è necessario essere in possesso di un apposito corso erogato da enti di formazione accreditati per rilasciare la certificazione BLSD (Basic Life Support Defibrillation) per Soccorritore Laico.

“Grazie alla disponibilità della Croce Rossa Comitato di Ancona abbiamo avuto la possibilità di attivare un primo corso di formazione che si è svolto lo scorso 11 giugno – spiega l’assessore ai Servizi Sociali, Emma Capogrossi -. Altrettanto strategica sarà l’implementazione della mappatura dei dispositivi (sia privati che pubblici, sia fissi che mobili) presenti sul territorio comunale, integrata, attraverso uno specifico protocollo di intesa che si intende attivare con l’Agenzia sanitaria regionale della Regione Marche, con quella del Sistema Unico delle Emergenze. Sono state già coinvolte tutte le scuole di Ancona per l’attivazione di un coordinamento finalizzato all’integrazione della mappatura dei DEA nonchè alla promozione di attvità formativa e informativa per studenti, insegnantii e personale non docente”.

“E’ un progetto che avevamo a cuore, sono certa che questa iniziativa darà avvio ad un circolo virtuoso per tutta la città” ha dichiarato la presidente del Rotaract, Nadia Versitelli: Francesco Fantazzini, presidente del Rotary Club Ancona, ha ribadito “Diamo la nostra disponibilità sin da ora anche per un impegno futuro. Il nostro contributo è stato fortemente voluto dal nostro Rotaract”. Marco Di Marino, presidente del Rotary Club Ancona 25 35, ha voluto ringraziare la Croce Rossa per l’attività quotidiana svolta sia sul territorio che per la formazione. Per Michele Manna dell’omonima ottica “Oggi è un giorno importante perché si concretizza l’impegno degli scorsi mesi e che proseguirà affinché davvero Ancona diventi una città cardioprotetta”.

E’ in capo alla Croce Rossa la parte relativa alla formazione sull’uso del defibrillatore. “Si avvia nel caso di infarto una catena di soccorso. Dove il primo soccorritore ha un ruolo fondamentale con l’uso del defibrillatore e delle prime manovre di rianimazione. Queste sono le basi per il soccorso avanzato che può salvare davvero molte vite” ha sottolineato il direttore del Centro Formazione regionale della Croce Rossa, Alice Brisighelli. In conclusione il presidente della Croce Rossa Ancona, Pierino Belfiori, ha ricordato come Portonovo sia già una realtà cardioprotetta e dove sono presenti due defibrillatori situati Da Giacchetti e Al Molo.

I prossimi corsi Altri due corsi saranno attivati il prossimo 9 luglio (iscrizioni al link https://form.jotform.com/211182672909055) e il prossimo 17 settembre (iscrizioni al link https://form.jotform.com/211583014963353), saranno aperti alla cittadinanza e in via preferenziale saranno rivolti a coloro che abitano o esercitano attività lavorative nelle zone prossime a dove sono installati attualmente i tre DAE. Altre formazioni saranno realizzate nel corso del tempo con la medesima modalità organizzativa che prevede l’installazione di un DAE in un determinato punto della città accompagnato dalla proposta di un corso di 5 ore BLSD rivolto in via prioritaria a coloro che abitano o esercitano attività lavorativi nei pressi del punto di installazione. Non mancherà infine l’organizzazione di iniziative di informazione (mass-training) e sensibilizzazione permanenti rivolte ai dipendenti dell’ente e alla popolazione in generale per diffondere la cultura del primo soccorso e della cardioprotezione.

Tutte le info sul progetto e sulle sue fasi attuative (corsi di formazione, raccolta fondi, ecc.) al link: https://www.comune.ancona.gov.it/ankonline/politichesociali/cantieri-sociali/progetto-cuore-al-via-ancona-citta-cardio-protetta/

Un ringraziamento ai tre donatori e alla Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Marche sarà tributato nell’appuntamento del 30 giugno 2020 al Monumento del Passetto alle 18:30 in occasione di un evento inaugurale con musiche suonate dal violinista Marco Santini e una dimostrazione dell’utilizzo del defibrillatore a cura della Croce Rossa. L’evento è su invito nominale, per permettere il rispetto delle norme anti COVID 19.



fonte VivereAncona

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here