Consiglio comunale, l’opposizione occupa la sala Giunta: “Basta sedute online”

0
1
Consiglio comunale, l'opposizione occupa la sala Giunta:


2′ di lettura
Ancona 30/06/2021
– Blitz delle minoranze in Comune durante la seduta del Consiglio comunale da remoto per chiedere di tornare ai lavori in presenza

In concomitanza con la seduta – in modalità telematica – del Consiglio comunale, i consiglieri dell’opposizione hanno occupato la sala Giunta come forma di protesta contro la decisione dei gruppi di maggioranza di continuare le sedute da remoto.

“Stiamo occupando simbolicamente la sala della Giunta per denunciare la decisione della Presidenza del Consiglio Comunale e dei gruppi di maggioranza di continuare a convocare i consigli comunali in modalità telematica”, scrive sui social il capogruppo di Altra Idea di Città, Francesco Rubini.

“Dopo un anno e mezzo, in piena campagna vaccinale, con un paese che riparte grazie a riaperture in tutti i settori, in questa città la democrazia deve rimanere reclusa dietro ad un pc perché lor signori non hanno voglia di trovare una stanza adatta a contenere i rappresentanti del popolo di questa città. È una vergogna e continueremo a protestare fino a quando non si tornerà in presenza (con tutte le precauzioni del caso) ridando dignità al nostro ruolo e alla nostra funzione”.

“Noi lavoriamo per la città” replicano in una nota i capigruppo di maggioranza. “Si può impedire fisicamente, occupando la sala comunale, il regolare svolgimento di un Consiglio convocato in modalità da remoto come da emergenza covid? Si può disattendere una decisione assunta dalla conferenza dei capigruppo in modo non unanime ma comunque prevalente come forma di ulteriore sicurezza e garanzia? Si può urlare ‘ridateci la democrazia’ mentre gli stessi urlatori non permettono l’esercizio della democrazia?”.

“Nel momento difficile che stiamo attraversando -scrivono – abbiamo dovuto assistere ad un violento tentativo di impedire all’istituzione Consiglio Comunale di fare il proprio dovere, ovvero di riunirsi e di decidere cose utili per la città. Due ore di sceneggiata che ha impedito di iniziare il Consiglio Comunale che prevedeva l’approvazione della manovra Tari a vantaggio di cittadini e operatori. L’occupazione da parte della minoranza delle sale del Comune per sostenere la necessità dei Consigli Comunali in presenza anziché da remoto, non ci impedirà però di farlo e di rispettare il termine della giornata odierna, pena la decadenza delle agevolazioni previste per la cittadinanza. Faremo notte se sarà necessario. Speriamo davvero che i consiglieri di minoranza protagonisti dell’occupazione si rendano conto di quanto sia importante per tutti pagare meno imposte in questo periodo e che una volta tornati sui loro passi approvino il provvedimento. Noi siamo in Consiglio, in presenza o in remoto, rispettando le regole ed avendo ogni precauzione per superare la fase covid, siamo in Consiglio per fare l’interesse dei cittadini e cose buone per Ancona”.



fonte VivereAncona

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here