“Crediamo nella necessità di uscire di casa”

0
1
“Crediamo nella necessità di uscire di casa”


3′ di lettura
Ancona 30/06/2021
– La Giometti Family riacquisisce il cinema multisala della Baraccola. Il Sindaco Mancinelli: “un altro passo verso la normalità”, il Presidente della Camera di Commercio delle Marche Sabatini “torniamo a sognare”

“Succede solo al cinema” dice la voce di Monica Bellucci nello spot che apre la conferenza stampa con cui la famiglia Giometti ha annunciato la riapertura del cinema di via Filonzi. Una apertura che ha un risvolto sentimentale forse anche più delle altre, dopo un anno di chiusura di un luogo che, in un modo o nell’altro, appartiene a tutti.

In particolare però il cinema è il luogo della famiglia Giometti, terzo gruppo del settore in Italia che solo nelle Marche conta 9 multisale per circa 50 schermi. Una famiglia che nel cinema ci ha creduto e continua a farlo, acquisendo il multisala della Baraccola che con le sue 9 sale per una capacità di 2000 spettatori si prepara a ripartire. E poco importa che l’estate non è proprio la stagione del cinema, quando l’importante è ripartire dopo uno stop così lungo, richiamando al proprio posto di lavoro tutti i dipendenti che erano finiti in cassa integrazione, con la previsione di assumerne altri quando la stagione del cinema per eccellenza (ovvero il natale) tornerà si spera questa volta senza le chiusure degli ultimi anni.

Per CNA Cinema e Audiovisivo delle Marche si tratta in ogni caso di un momento straordinario per l’intero settore alle prese con una ripartenza ancora piena di incertezze ma comunque ricca di iniziative e opportunità. Le imprese del comparto della nostra regione, dopo molti mesi di stop, hanno ripreso a pieno ritmo le produzioni. Le Marche sono diventate un set naturale per film, fiction, documentari.

A confermale come quello del cinema in ogni sua forma possa diventare un settore strategico per la Regione le dichiarazioni dell’Assessore alla cultura Giorgia Latini: “Puntiamo tanto sul cinema. Stiamo a affrontando la programmazione comunitaria e vogliamo aumentare di 16 milioni di euro per il settennio. Vogliamo far diventare le Marche un palcoscenico cinematografico”.

“Il sistema culturale non è solo il 5,2% dell’indotto regionale, ma sono anche 38 mila persone che lavorano su questo sistema” osserva il Presidente della Camera di Commercio delle Marche Sabatini “Ma soprattutto auspichiamo che la cultura e non solo possa quel sostegno ai sogni delle nuove generazioni. Dai sogni nascono le grandi realtà”.

“Emozionate rientrare al cinema dopo tanto tempo” dichiara il Sindaco di Ancona Valeria Mancinelli “Un bel momento segnato da un’altra ripartenza. Ci stiamo lasciando alle spalle anni terribili. C’è ancora molto da gestire, ma con determinazione della famiglia Giometti segnamo un’altra ripartenza”.

“Ho sempre detto ai miei figli che noi dobbiamo pensare alle biciclette. Se tu in bici stai davanti fai più fatica ma da più gusto”osserva Giovanni Giometti, fondatore del gruppo . Un “avanti” che i Giometti interpretano da sempre come progresso tecnologico, e non mancherà l’innovazione con il loro ritorno alla baraccola. Rinnovate infatti le sedute della sala 1 con poltrone reclinabili, divise da un tavolino con luce e presa per carica il cellulare (non per usarlo durante la proiezione specificano), che consentirà di rispettare la distanza di un metro tra uno spettatore e l’altro.

“È il nostro metodo per far sì che ci diverta sentendosi sicuri” spiega Massimiliano Giometti. Non mancano i dubbi che però la family è pronta a fronteggiare con determinazione: “Adesso la gente dovremmo riuscire a farla uscire di casa. Dobbiamo puntare sulla necessità di uscire di casa, confrontarsi con altre persone e farlo in un ambiente confortevole. L’abitudine persa di andare al cinema si fa fatica a scalzarla, ma noi ce la metteremo tutta”.



fonte VivereAncona

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here