Tari scontata per le fasce più deboli di popolazione

0
1
Tari scontata per le fasce più deboli di popolazione


Il sindaco Filippo Moschella

 

 

Nella seduta del 28 giugno il Consiglio comunale di Sirolo ha approvato le tariffe Tari e le riduzioni della tassa sia alle attività economiche che alle famiglie in disagio economico, grazie ai fondi stanziati dallo Stato per l’emergenza Covid assegnati al Comune di Sirolo, per un totale di 117.166 euro. «I fondi sono provenienti in parte dal Dl ‘Sostegni’, il numero 73/2021, appositamente distribuiti per le utenze non domestiche al fine di attenuare l’impatto finanziario negativo sulle categorie economiche interessate da chiusure e restrizioni, e per la parte restante provenienti dall’avanzo del fondo funzioni fondamentali dell’anno 2020. – spiega il sindaco Filippo Moschella – Nello specifico sono state approvate le riduzioni alle attività economiche interessate dalle chiusure obbligatorie e dalle restrizioni nel periodo pandemico, a causa di provvedimenti nazionali e regionali, nella misura minima del 20% e fino ad arrivare al 50% della quota variabile della Tari. Il Consiglio comunale non si è però dimenticato delle fasce più deboli, accogliendo la proposta di azzerare la Tari per le famiglie con Isee fino a 10.000 euro, e la riduzione del 60% per i nuclei con Isee da 10.001 a 15.000 euro. L’approvazione della proposta dimostra la totale vicinanza di tutta la maggioranza comunale alle famiglie bisognose e alle imprese locali che hanno subito restrizioni e chiusure a causa del Covid». La proposta è stata approvata da tutta la maggioranza compatta, mentre Roberto Marinelli e Paola Babini dell’opposizione si sono astenuti. Assente per motivi di lavoro Fabia Buglioni.



Fonte CronacheAncona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here