Un team Univpm composto da ‘hacker etici’

0
1
Un team Univpm composto da ‘hacker etici’


Gli studenti ‘hacker’

 

L’Università Politecnica delle Marche anche quest’anno ha aderito alla CyberChallenge.IT 2021, il percorso di addestramento e selezione del team nazionale di cyberdefender in collaborazione con CINI (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica) e CINI Cybersecurity National Lab.  Questa mattina si è tenuta la cerimonia di premiazione degli studenti, al Faculty Club dell’Univpm. Ecco il team che parteciperà al campionato italiano: Giovanni Santini, studente del Liceo Medi di Senigallia, Alessandro Marcolini, Simone Cappella, Andrea Fiorani, Andrea Giuliani e Stefano Perniola, studenti dell’Univpm. Il campionato nazionale si terrà il 7 e l’8 luglio 2021 e vedrà le squadre delle 33 sedi locali fronteggiarsi allo scopo di accedere alla graduatoria finale che permetterà di formare la Squadra Nazionale di Cyberdefender, la quale parteciperà alla European Cyber Security Challenge. Presente alla premiazione il rettore Gian Luca Gregori. «Attraverso attività formative e un percorso unico di affiancamento con i nostri docenti ed esperti, le studentesse e gli studenti hanno potuto perfezionare le loro competenze – ha affermato il rettore Gregori – in un ambito sempre più centrale nella nostra quotidianità e nel mercato del lavoro, la cyber security». Hanno partecipato alla premiazione il preside di Ingegneria, prof. Maurizio Bevilacqua, il direttore del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione, prof. Giuseppe Orlando e il prof. Luca Spalazzi referente del progetto Cyberchallenge 2021. Cyberchallenge è un progetto rivolto agli studenti tra i 16 e i 23 anni ed è il primo programma italiano di addestramento alla cybersecurity per giovani delle scuole superiori e delle università.

 



Fonte CronacheAncona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here