Giorgio Farroni a Tokyo 2020, è la sua quinta Paralimpiade: «Ho ancora sete di vittoria»

0
1
Giorgio Farroni a Tokyo 2020, è la sua quinta Paralimpiade: «Ho ancora sete di vittoria»


 

Giorgio Farroni, campione del mondo strada-crono 2021

 

Sydney 2000, Pechino 2008, Londra 2012, Rio 2016 e ora Tokyo 2020: missione compiuta per il fabrianese Giorgio Farroni dell’Anthropos di Civitanova, il cui nome è nella lista degli azzurri convocati dal commissario tecnico Mario Valentini per partecipare alle prossime Paralimpiadi di ciclismo, tra fine agosto e inizio settembre, dopo lo slittamento di un anno a causa della pandemia da Covid-19. Affetto da distonia emiplegica destra, Farroni è entrato a far parte del mondo del ciclismo paralimpico specializzandosi nelle gare su strada all’età di 22 anni. Ha partecipato alle Paralimpiadi di Sydney 2000 cogliendo il nono e il decimo posto nella gara su strada e a cronometro. A Pechino 2008 è stato medaglia di bronzo e argento a Londra 2012, in entrambe le occasioni disputando le prove in linea. Il 2021 di Giorgio Farroni è impreziosito dal titolo italiano nel triciclo, più le due medaglie d’oro ai Mondiali di Cascais in Portogallo sia nella prova in linea che in quella a cronometro.

Giorgio-Farroni

Con la maglia della nazionale

«A leggere il mio nome nella lista dei convocati mi viene la pelle d’oca perché comunque vuol dire che per un ventennio sto sempre sul tetto del mondo e al centro dell’attenzione – racconta Giorgio Farroni -. Sono sereno perché con le vittorie ai mondiali su strada e a cronometro, ho la consapevolezza che posso dire la mia. Sono emozionato perché è la mia quinta partecipazione alle Paralimpiadi ma è come se fosse la prima, con più coscienza e più responsabilità di quello che vado a fare. Sarò a Tokyo nella miglior condizione possibile e ci andrò non per far numero ma perché ho ancora sete di vittoria». «È con grande entusiasmo, gioia ed immenso orgoglio che accogliamo la notizia della convocazione di Giorgio Farroni alle prossime Paralimpiadi – commenta Lino Secchi, presidente del comitato regionale Fci Marche -. Siamo tutti con Giorgio nella speranza di vederlo salire sul podio e uno speciale in bocca al lupo a tutti gli altri atleti convocati in nazionale che voleranno a Tokyo».



Fonte CronacheAncona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here