Ancona Jazz Summer Festival, alle Muse c’è Mogol

0
1
Ancona Jazz Summer Festival, alle Muse c'è Mogol


4′ di lettura
Ancona 04/07/2021
– Dopo il sold out di Paolo Fresu e l’Orchestra Filarmonica Marchigiana al Teatro delle Muse di domenica 4 luglio, prosegue, sempre al Teatro delle Muse, la diciottesima edizione dell’Ancona Jazz Summer Festival, organizzato dall’Associazione Spaziomusica, con alle spalle 47 anni di attività.

L’appuntamento è lunedì 5 luglio, h 21.15, al Teatro delle Muse con Ancona Jazz meets….Pop!, ANGELO VALORI & MEDIT VOICES Mi ritorni in mente: le canzoni di Battisti-Mogol. Angelo Valori è compositore, insegnante e direttore artistico di Pescara Jazz. Il repertorio del concerto presenta una rielaborazione originale per voci soliste, ensemble vocale e sezione ritmica dei più grandi successi di Lucio Battisti scritti insieme a colui che è ritenuto il più importante autore italiano nel campo della canzone, Mogol, che sarà ospite al Tearto delle Muse.

MEDIT VOICES è un originalissimo gruppo vocale con quartetto ritmico. Nato come progetto di produzione e ricerca del Conservatorio di Pescara, ha sviluppato in seguito un repertorio unico e originale, essenzialmente Soul/Funk, che trasporta l’ascoltatore in un coinvolgente viaggio nel repertorio della grande musica internazionale. Nonostante la recente formazione, si è già esibito in oltre ottanta concerti, raccogliendo sempre un entusiastico consenso in importanti teatri e festival italiani. Nel 2016, in seguito allo straordinario concerto tenuto al Conservatorio di Pescara alla presenza di Mogol, il gruppo è stato invitato a prendere parte alla trasmissione di RAI 1 “Viva Mogol”, iniziando con lo storico autore una collaborazione che continua negli anni.

Concerto originale, di notevole interesse per chi ama la musica senza barriere, e ulteriore prova di come il linguaggio jazzistico riesca a convivere, e trarre linfa vitale, da qualsiasi altro indirizzo stilistico. Concerto ospitato nell’ambito della collaborazione fra i due festival jazz (Ancona, Pescara) più antichi dell’Adriatico. La formazione: Angelo Valori, direzione, arrangiamenti; Medit Voices, coro di otto cantanti + sezione ritmica. Ospite: Mogol. Ingresso: euro 15,00 + diritti (posti limitati), online: www.vivaticket.it.

Martedì 6 luglio il festival si sposta alla Terrazza di Moroder, alle h 21.30, per il Seamus Blake e Alessandro Lanzoni duo, per una prima assoluta. Veramente singolare questo duo, nato da un paio di esibizioni in streaming durante il periodo di pandemia. Eppure, sono bastate per creare subito un’intesa, quel “feeling” necessario nel rendere vivo e palpitante un materiale sonoro eterogeneo, basato su standard e originali contemporanei, su temi brasiliani (Milton Nascimento, Guinga) e proprie composizioni. Il loro talento, d’altronde, è ben noto e riconosciuto. Alessandro si è imposto sulla scena italiana fin da giovanissimo, quando vinse il premio Urbani nel 2006, a quattordici anni (!), e già era in grado di guidare proprie formazioni. In seguito, ha suonato accanto ai massimi musicisti italiani (con Barbara Casini, Enrico Rava e FORM nel progetto dedicato a Edu Lobo nel 2014), continua a svolgere attività didattica e, attualmente, guida un trio con il bassista Thomas Morgan e il batterista Eric McPherson. Grande musicalità e tecnica superba fanno di Alessandro uno dei pianisti di maggiore interesse e godibilità d’ascolto nel panorama odierno. Seamus Blake (1970) è padrone di una carriera più lunga, forte di collaborazioni probanti come quelle con John Scofield (la “Quiet Band” con cui suonò anche ad Ancona, teatro Sperimentale, nel 1996), la Mingus Big Band, Kevin Hays, Victor Lewis.

È presente in numerosi album da leader e sideman, e in ognuno ha avuto modo di esprimere un linguaggio basato su un forte retaggio bop, ma anche una notevole disponibilità ad aperture melodiche e armoniche diverse. Ecco, quindi, due personalità lontane geograficamente, ma che si sono trovate nel segno della creatività e della bellezza, esperienze sensoriali uniche e, per questo, memorabili. La formazione: Seamus Blake, sax tenore; Alessandro Lanzoni, pianoforte.

Ingresso: euro 10,00 + prevendita (posti limitati), Mingus Big Band, Kevin Hays, Victor Lewis. Consumazione facoltativa, prenotazione presso Azienda Agricola Moroder, via Montacuto 121, Ancona Tel. 071898232 / 3316342256, online: www.vivaticket.it

Si ritorna al Teatro delle Muse il 7 luglio, h 21.15, per la Colours Jazz Orchestra meet Chico Pinheiro. Chico Pinheiro è un giovane prodigio della chitarra, dotato di talento smisurato nel comporre e nell’arrangiare. Chico trae linfa dall’immenso patrimonio del suo paese d’origine (è nato a San Paolo, Brasile) e dal linguaggio jazzistico nordamericano per una musica di enorme freschezza e modernità, che guarda ai due mondi come un dialogo da cui attingere nuovi spunti tematici e d’improvvisazione. Per questo consueto, annuale, coinvolgimento della CJO, Pinheiro affronterà un repertorio di originali e standard, arrangiati da lui stesso e poi da Massimo Morganti e Bob Mintzer. Una meraviglia, un personaggio che sta lasciando un segno profondo nella scena contemporanea, ne è ulteriore conferma la recente “nomination” del suo ultimo disco “City of Dreams” come miglior album di jazz latino ai Grammy Awards 2021.

Produzione originale di Ancona Jazz, ospitata anche al festival di Pescara. La formazione: Chico Pinheiro, chitarra; CJO ospite, Marta Raviglia, voce, produzione di Spaziomusica. Ingresso: euro 15,00 + diritti prevendita (posti limitati solo platea), online: www.vivaticket.it



fonte VivereAncona

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here