Buoni taxi e NCC ad Ancona, come chiederli e chi ne ha diritto

0
2
Buoni taxi e NCC ad Ancona, come chiederli e chi ne ha diritto





Redazione
05 luglio 2021 16:13



Hanno preso il via ad Ancona i buoni viaggio che permettono ai cittadini anconetani di spostarsi con il taxi a costi ridotti:  «E’ molto importante offrire un servizio alle fasce deboli della popolazione, sia da un punto di vista sanitario, sia economico – hanno dichiarato Sonia Borioni, Presidente Confartigianato TAXI e NCC, e Gilberto Gasparoni, Segretario – e dare una mano a un settore che ha accusato terribilmente il colpo dei due anni di pandemia, ovvero quello del trasporto pubblico dei taxi e noleggio con conducente». 


Questo il duplice effetto del contributo di 174.000€ del Ministero dei Trasporti che il Comune di Ancona ha attivato, destinato a favore delle persone con mobilità ridotta, anche se accompagnate, in stato di bisogno o over 70, per l’attivazione di buoni viaggio pari al 50% della spesa sostenuta e, comunque, in misura non superiore a euro 20 per ciascun viaggio, per gli spostamenti effettuati a mezzo del servizio di taxi o di NCC.


Come chiedere il buono


Le richieste dei buoni viaggio vanno presentate all’azienda Mobilità&Parcheggi che provvederà a consegnarli immediatamente; sono già numerose le persone che hanno ritirato i buoni viaggio e stanno utilizzando il servizio Taxi ed Ncc per spostarsi. Gasparoni ricorda che i beneficiari sono le seguenti categorie:


  • persone con più di 70 anni;
  • donne in stato di gravidanza;
  • nuclei familiari con minori e con valore Isee del nucleo familiare inferiore a 16.000 euro;
  • persone che necessitano di visite/cure/assistenza, presso strutture sanitarie pubbliche o private anche se accompagnate e fuori comune, compreso ritorno a casa;
  • persone inserite nei percorsi di immunizzazione anti covid, per il raggiungimento dei rispettivi punti di vaccinazione/tampone, anche se accompagnate;
  • persone a cui è riconosciuta la Legge 104 e/o con invalidità civile per almeno il 74%.


I buoni viaggio, per spostamenti tramite servizio taxi o NCC, avranno tagli da 10 euro cadauno per un numero massimo di 2 (pari a 20 euro) per ogni corsa. Salvo il caso di erogazione per visite mediche, tamponi o vaccinazioni, per il quali il beneficiario potrà ottenere al massimo 4 buoni, 2 per il viaggio di andata e due per il viaggio di ritorno, per ogni domanda potranno essere consegnati non più di 30 buoni pari ad un valore di 300 euro; in ciascun mese non potranno essere erogati, allo stesso beneficiario, buoni per un valore superiore a 300 euro.



«Per ritirare i buoni viaggio – ricorda Sonia Borioni, presidente di Confartigianato Taxi – dovrà essere presentata una domanda dichiarando il possesso di almeno uno dei requisiti previsti; i buoni potranno essere utilizzati esclusivamente per taxi o noleggio NCC del Comune di Ancona. La modulistica è scaricabile dal sito di M&P (https://bit.ly/3hyqneh). I buoni andranno ritirati presso la sede di M&P in Via Mamiani 76». «Confartigianato Taxi e Autonoleggio – concludono Borioni e Gasparoni – esprime dunque soddisfazione per l’attuazione anche ad Ancona di questo provvedimento, teso a favorire la mobilità dei cittadini residenti nei capoluoghi di provincia; un provvedimento che favorirà anche la ripresa degli artigiani operanti nel settore, e garantirà un trasporto in sicurezza, igienizzato sistematicamente e svolto da professionisti a favore di singoli cittadini o di singoli nuclei familiari che possono spostarsi anche congiuntamente».









fonte AnconaToday

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here