Italia-Spagna: cresce la febbre azzurra in Giunta e fra i consiglieri regionali, tra pronostici e scaramanzie

0
2
Centro Pagina - cronaca e attualità


ANCONA – Cresce l’attesa per la sfida di calcio Italia – Spagna che si disputerà questa sera nello stadio londinese di Wembley, alle ore 21, per la semifinale Euro 2020. E la “febbre” azzurra sale anche tra i banchi dell’Assemblea Legislativa nel corso della seduta odierna. Tra gli esponenti della Giunta e i consiglieri regionali c’è chi si lancia in pronostici e chi invece, più scaramanticamente, preferisce non farne, come ad esempio il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli.

Sentito su quello che potrebbe essere un possibile esito della partita fra le due Nazionali di calcio, il governatore mette subito in chiaro di essere «molto scaramantico» e proprio per questo non si lancia in pronostici. La sua scaramanzia? «Non sento Mancini da quando sono iniziati gli Europei – afferma – e, scaramanticamente, lo sentirò alla fine».

Il ct della Nazionale Italiana di calcio, lo jesino Roberto Mancini, è il nuovo “volto” su cui ha puntato la Regione Marche per promuovere un territorio ricco di bellezze, eccellenze e potenzialità, e proprio durante le partite degli Europei vengono trasmessi in tv gli spot girati dal commissario tecnico nei mesi scorsi.

Palazzo Leopardi sede del Consiglio regionale

Una vittoria dell’Italia sarebbe certamente un “toccasana” per il turismo, uno dei settori più fortemente colpiti dalla pandemia, oltre che per accendere i riflettori su una regione, le Marche, troppo spesso in passato dietro il sipario.

Il governatore nel sottolineare che «è sempre il gioco di squadra a fare la differenza», un mantra anche nella sua azione politica, afferma: «Speriamo bene per l’Italia e soprattutto per il nostro commissario tecnico Roberto Mancini» che spera di poter avere nuovamente in Regione.

Guido Castelli, assessore al Bilancio

Tra gli scaramantici della Giunta regionale c’è anche l’assessore al Bilancio Guido Castelli che nonostante eviti di fare pronostici, afferma sornione: «Segretamente sappiamo tutti che se Chiellini riuscirà a marcare Murata, siamo troppo più forti noi per non avere le nostre soddisfazioni. Ma non dico nulla, perché si impone prudenza in questi casi».

Stefano Aguzzi, assessore al Lavoro

L’assessore al Lavoro Stefano Aguzzi si dice invece «molto orgoglioso di essere italiano e di come sta giocando la nostra nazionale», «Due a uno per l’Italia» è il suo pronostico, e guardando un po’ più in la vede già all’orizzonte la sfida tra Italia e Inghilterra.

Filippo Saltamartini, assessore alla Sanità

«Vince l’Italia, per forza» sostiene con sicurezza l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini, che per un attimo si distrae dalle preoccupazione legate alla pandemia, e pronostica un «2 a 1» secco per l’Italia.

La consigliera regionale della Lega Chiara Biondi afferma «posso pensare ad un 2 a 0» per l’Italia e si dice convinta che gli Azzurri saranno «vincenti». «Da marchigiana – prosegue – non posso che essere soddisfatta, innanzitutto per il grande risultato che ha portato fino ad adesso questa nazionale, guidata magistralmente da Roberto Mancini» e aggiunge «ci regalano sempre delle grandi emozioni, ci tengono con il fiato sospeso fino all’ultimo, ma bene così e forza Azzurri»





fonte Centropagina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here