Tamponi e Green Pass si fanno anche al porto

0
1
Tamponi e Green Pass si fanno anche al porto

Al  Terminal Passeggeri del Porto di Ancona è possibile effettuare il tampone antigenico rapido per la diagnosi di Covid-19 e ottenere il rilascio del Green Pass. Il servizio è disponibile da oggi non solo per i passeggeri in partenza dal Porto di Ancona, ma anche per tutti i cittadini che vogliono usufruirne. Non è necessaria la prescrizione, ma occorre la prenotazione tramite il link https://polodiagnostico.it/tampone-faringeo. L’iniziativa è stata messa in campo dall’Associazione Agenti Marittimi Marche e Abruzzo, Innoliving e dalGruppo KOS-Santo Stefano, che gestirà il presidio sanitario e ad Innoliving. Il presidio è stato allestito al Terminal Passeggeri (Zona Fiera della Pesca), al piano superiore dell’edificio biglietteria. C’è la possibilità di effettuare tamponi rapidi con risultato in 15 minuti (costo 30 euro) o molecolari (60 euro): «Il molecolare però rende un referto non immediato, ma dopo 12 o 24 ore quindi bisogna valutare in base alle proprie esigenze di sostamento» spiega Enrico Brizioli, amministratore delegato del gruppo KOS. 


(SCREENING AL PORTO: GUARDA IL VIDEO)


«L’iniziativa – ha detto il presidente Alberto Rossi – crea le condizioni per facilitare una ripresa dei traffici così duramente colpiti dalla pandemia, consentendo ai passeggeri di rispettare tutte le normative anti covid applicate nei paesi collegati da Ancona, razionalizzando al massimo i tempi di viaggio». Capitolo affidabilità: «Il tampone rapido che utilizziamo è uno dei 16 tamponi riconosciuti in tutti i paesi dell’unione europea al fine del Green Pass ed incluso nella circolare diramata dalla Commissione Europea di Salute e Sicurezza- spiega Danilo Falappa, direttore generale Innoliving- colgo, poi l’occasione, per chiarire che i passeggeri con le navi in arrivo che desiderassero essere sottoposti a tampone rapido, verranno dirottati al vicino Aeroporto, per evitare problematiche di traffico e parcheggio nella zona portuale».



In caso di tampone rapido positivo, la persona dovrà attendere in una sala di isolamento. Qui dovrà compilare un’autodichiarazione dove certificherà di poter tornare al proprio domicilio con un mezzo prorio. In caso di impossibilità di muoversi in sicurezza, la stessa organizzazione metterà a disposizione un sistema di trasporto convenzionato con un’associazione di pubblica assistenza ma limitato alla provincia di Ancona. Il presidio sarà attivo sette giorni su sette, a partire dal 6 luglio dalle 8.45 – 18-00, con una capacità adattabile in base al numero delle prenotazioni. 









fonte AnconaToday

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here