Incendi e atti vandalici: nuova condanna per Jurgen Mazzoni

0
2
Incendi e atti vandalici: nuova condanna per Jurgen Mazzoni


Il tribunale di Ancona

 

Veicoli dati alle fiamme e gomme squarciate: condannato Jurgen Mazzoni. Il giudice Francesca Pizii, ieri ha stabilito una pena di un anno e quattro mesi di reclusione per il 45enne senigalliese, attualmente relegato in una comunità fuori regione. Nel 2018 era già stato condannato a tre anni e mezzo per stalking (nei confronti di una studentessa di quasi trent’anni più giovane di lui) e nel 2002 per l’omicidio della moglie Federica Gambardella. In questo filone processuale doveva rispondere di tre atti vandalici commessi a Senigallia, tra ottobre 2016 e aprile 2017, nei confronti dei mezzi dei familiari della studentessa vittima di atti persecutori. Il 9 ottobre del 2016 erano state squarciate tutte e quattro le ruote di un furgone Opel di proprietà del padre della studentessa. Lo stesso furgone, l’8 dicembre, era stato dato alle fiamme. Il fuoco aveva anche attaccato una Fiat 500. Il 25 aprile dell’anno successivo un rogo aveva distrutto una Mercedes. Le vittime, zii e genitori della ragazza, erano parte civile con gli avvocati Ruggero Tomasi e May Basconi: riceveranno un risarcimento complessivo di 50mila euro.

La vittima di Jurgen Mazzoni: «Ho avuto paura di morire»

Incendi e atti vandalici, inchiesta chiusa: l’uxoricida Jurgen Mazzoni rischia un altro processo



Fonte CronacheAncona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here