L’Italia si qualifica per la finale. Scoppia la gioia al Passetto e ci si dimentica del covid

0
2
L'Italia si qualifica per la finale. Scoppia la gioia al Passetto e ci si dimentica del covid


2′ di lettura
Ancona 07/07/2021
– I tifosi dorici si riuniscono al Passetto per festeggiare la vittoria ai rigori dell’Italia contro la Spagna e la qualificazione in finale. Saltano le disposizioni anti-covid del distanziamento e della mascherina in caso di assembramenti

Solo pochi istanti dopo che la palla dell’ultimo rigore battuto da Jorginho si insaccava in rete regalando la finale all’Italia del mister Mancini, l’intera nazione scoppiava in un’esultanza prorompente che ha fatto riversare migliaia di Italiani in vie e piazze. Non hanno fatto eccezione gli anconetani, che hanno ritrovato nel Monumento dei caduti al Passetto il luogo dove riunirsi per celebrare la sofferta vittoria contro la Spagna. Passetto che era già stato teatro dei festeggiamenti per la vittoria contro il Belgio, stavolta replicati con una presenza esponenziale di partecipanti.

In pochi minuti il carosello di clacson, trombe e vuvuzela avvolge il centro della citta ed in particolare il Viale della Vittoria. Il Monumento ai caduti del Passetto viene sommerso dai tifosi entusiasti. Chi ha qualche hanno in più rivive le emozioni del ’92 o del 2006, la maggioranza dei presenti, giovani e giovanissimi, assapora per la prima volta la gioia collettiva di una vittoria della nazionale di calcio.

Impossibile però di fronte alla folla coesa di persone, quasi tutte senza mascherina, stupirsi di uno spettacolo di cui si era ormai persa l’abitudine con l’avvento del covid-19. Nella parentesi di anarchica celebrazione calcistica non c’è spazio per la mascherina, né, tanto meno per il distanziamento. È anzi il momento di abbattere le distanze tra individui, ritrovando nella maglia azzurra quella coesione troppo a lungo negata dal virus. “Abbracciamoci forte, e vogliamoci tanto bene ” diceva Caressa dopo quell’indimenticabile rigore di Fabio Grosso.



fonte VivereAncona

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here