Al via la ventesima edizione di Sensi d’Estate

0
1
Al via la ventesima edizione di Sensi d'Estate


5′ di lettura
Ancona 08/07/2021
– Tutti i mercoledì dal 14 luglio al 18 agosto 2021. Spettacoli ore 21:30 nella corte della Mole, Ancona. Ingresso gratuito e contingentato, prenotazione obbligatoria

Riparte anche nel 2021 uno degli eventi più attesi dell’estate dorica. La rassegna culturale estiva del Museo Omero, ideata dall’ex-direttore Roberto Farroni per conciliare le arti e i sensi e aprirsi all’esterno. “Un festiva che mettendo al centro la multisensorialità” spiega il direttore del Museo Omero Aldo Grassini “Cosa che allarga il concetto di definizione di arte, comportando una molteplicità di persone che intervengono”. Risulta particolarmente eclettica infatti la proposta della stagione del 2021, passando dalla musica napoletana di Piero Cesanelli alla lirica curata da Amici della Lirica “Franco Corelli”, dal monologo tra il comico e il serio del giornalista Giorgio Comaschi allo spettacolo di RadioTeatro di Luca Violini rielaborato dal testo di “Destinatario sconosciuto”, dallo swing con Rudy Valentino e i Baleras alla musica del mediterraneo di Danilo Rea e L’Orchestra femminile del Mediterraneo. Un programma che fa della contaminazione e dell’alto livello qualitativo e culturale la vera chiave di lettura di un evento che può contare su un pubblico affezionato quanto esigente.

Anche nella ventesima edizioni centrali sono le collaborazioni con le associazioni e soggetti culturali che hanno partecipato alla creazione del calendario, come gli Amici della Lirica “Franco Corelli“, che mercoledì 4 agosto presentano“Duetti all’opera – Il repertorio lirico dal Settecento napoletano al Verismo” inserito nelle celebrazioni del centenario del tenore dorico.

Sarà un passaggio di testimone quello tra Sensi d’Estate e il Festival Adriatico Mediterraneo, che condivideranno l’appuntamento del 18 agosto “Verso SUD” presentanto dal Direttore Artistico di Adriatico Mediterraneo Giovanni Seneca. Protagonista sarà Danilo Rea, musicista noto per le sue partecipazioni nel mondo del pop, che in questa occasione presenterà le sue composizioni ispirate al sud e al mediterraneo eseguite della 15 componenti dell’Orchestra femminile del Mediterraneo.

Come sempre il festival ha nel suo essere occasione di incontro dei suoi capisaldi. Ogni sera dalle 18:00 ci si potrà incontrare agli aperitivi di MicaMole (la Prenotazione al numero 3279148127 è obbligatoria e indipendente da quella degli spettacoli).

INFO E PRENOTAZIONI

Gli spettacoli sono gratuiti e si svolgono all’aperto, nella corte della Mole Vanvitelliana.

Ingresso gratuito e contingentato.

Prenotazione obbligatoria online su prenotazioni.opera-coop.it/sensi-di-estate a partire dall’8 luglio. Si può prenotare solo uno spettacolo alla volta, dal giovedì precedente, fino ad esaurimento posti.

Assistenza telefonica il giovedì e il venerdì dalle 9:00 alle 13:00 al 3425060364.

In caso di pioggia lo spettacolo sarà annullato.

La corte della Mole è accessibile alle carrozzine.

SPETTACOLI

Mercoledì 14 luglio lo spettacolo di Giorgio Comaschi “Ma come siamo messi”? accompagnato dalle divagazioni sonore del M° Valentino Corvino.

Giornalista, conduttore televisivo ha ideato e interpretato diversi spettacoli. Alla Mole porterà in scena i tic della nostra epoca, le manie, i nuovi miti, i mostri, le paure, i deliri di un mondo cambiato. Il tutto raccontato in un’ora di monologhi leggeri uniti a suggestioni musicali, un po’ seri, un po’ comici. Dal virus ai vaccini, da Instagram al potere dei social, dalla D’Urso a Fedez, dalle call alle location.


Mercoledì 21 luglio torna uno spettacolo di successo: Scalinatella, la canzone napoletana dalla villanella al rock-blues di Piero Cesanelli, in collaborazione con LA COMPAGNIA di Musicultura. Un emozionante viaggio nel panorama della musica napoletana da cui tutti quanti, artisti e fruitori, sono contaminati. Un percorso che sottolinea i mutamenti della scrittura musicale di questo grande popolo di artisti. Dalle villanelle del 1600 si sale alla prima tarantella, per poi proseguire dalla canzone classica al rock blues dei giorni nostri individuando i grandi temi ispiratori: Napoli l’America e la ricerca del lavoro, l’amore, la malavita, l’innocenza perduta.

Mercoledì 28 luglio è volta di Luca Violini nello spettacolo di RadioTeatro “Destinatario sconosciuto”. Un caso letterario, un racconto epistolare che si dipana fra la Germania e l’America nei primi anni Trenta e che racconta la storia di Martin, tedesco, e Max, ebreo americano, due amici fraterni e soci in affari, il cui rapporto finirà vittima della crudele follia ideologica che il nazismo stava tessendo. Un dialogo sentimentale e istruttivo che, partendo da una profonda amicizia, ci costringe a scoprire come il male si può insinuare nella vita degli uomini e cambiarne il destino.

Il mese di Agosto si apre con la consueta collaborazione con gli Amici della Lirica “Franco Corelli” di Ancona: Mercoledì 4 agosto Duetti all’operaIl repertorio lirico dal Settecento napoletano al Verismo. Il programma condurrà l’ascoltatore in un viaggio che attraversa tre secoli di musica, cominciando dalla scuola napoletana del ‘700 e concludendo l’itinerario con Leoncavallo ed il Verismo del ‘900. Duetti originali con le elaborazioni musicali di Michele Scipioni: dal duetto tra Serpina e Uberto “Lo conosco a quegli occhietti” nella “Serva padrona” di Pergolesi al duetto d’amore per antonomasia, l’incontro segreto dei due amanti, Silvio e Nedda nei “Pagliacci” di Leoncavallo.

Mercoledì 11 agosto si balla con BaleraSwing, viaggio musicale di Rudy Valentino e i Baleras. Swing, boogie, rock and roll, ironia e amore per la musica; la “Bella Musica”, tutto questo sono Rudy Valentino ei Baleras, un viaggio alla riscoperta delle melodie e delle canzoni che resero grande l’Italia nel mondo; da Renato Carosone, Fred Buscaglione, Domenico Modugno ai grandi crooners italoamericani, dall’avvento del rock and roll, alla Dolce Vita.

La rassegna chiude Mercoledì 18 agosto con uno spettacolo in collaborazione con il Festival Adriatico Mediterraneo dal titolo Verso SUD. Dodici brani di Danilo Rea al pianoforte, arrangiati da Marcello Sirignano e l’Orchestra femminile del Mediterraneo diretta da M° Antonella De Angelis. L’organico prevede orchestra d’archi, oboe, clarinetto, violino jazz, basso, batteria e pianoforte solista. Il repertorio di Danilo Rea non conosce limiti di genere: eclettismo e versatile rende il jazz un linguaggio applicabile a qualunque tipo di brano senza limiti di sorta. Le sue composizioni sono un equilibrio perfetto tra lirismo melodico e spiccato senso ritmico.



fonte VivereAncona

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here