Valori, territorio e futuro: nasce “Ancona Siamo noi” la rete dei giovani imprenditori dorici

0
2
Valori, territorio e futuro: nasce “Ancona Siamo noi” la rete dei giovani imprenditori dorici



La voglia di emergere tipica dei giovani. Unita al grande desiderio di cambiamento e all’attaccamento viscerale alle proprie radici. Nasce con queste prerogative la rete “Ancona Siamo Noi” (logo in basso) che riunisce i giovani imprenditori anconetani di vari settori. Ristoratori, baristi, personal trainer, esperti di web e marketing ma anche assicuratori o semplicemente liberi professionisti. Li riunisce, attualmente, dietro una sigla che evidenzia la condivisione degli stessi principi che ciascuno porta avanti quotidianamente nella sua attività. Li riunisce anche sui social, Facebook e Instagram, all’interno di canali che stanno crescendo giorno dopo giorno sintomo che il cambiamento è nell’aria e sta partendo dai più giovani.


Stefano Caporelli, 31 anni educatore e personal trainer, è l’ideatore di tutto questo e riavvolgendo il nastro dei suoi pensieri emergono ardore e determinazione: «L’idea è molto semplice e nasce quasi per caso. Sono un ragazzo di Ancona e conosco tanti miei coetanei che hanno attività, carrozzerie, bar, ristoranti, assicurazioni. Spesso mi è capitato di dar loro un’informazione, un’indicazione e allora mi sono detto perché non creiamo uno scopo comune per tutte queste attività? Ancona Siamo Noi nasce da fondamenta e valori quali l’appartenenza al territorio, l’investimento nel territorio stesso da parte di una piccola-media attività, la voglia di scardinare lo stereotipo che vuole l’anconetano attento solo al suo orticello. E’ bello collaborare, bello confrontarsi ed è bello soprattutto produrre idee comuni e magari iniziative a livello sociale per creare un collante tra noi e cittadini. Siamo tutti ragazzi che credono nella propria terra e nella propria gente. Perché un ragazzo deve necessariamente scegliere i fast food escludendo a priori un’attività che incentiva lavoro ed economia della nostra terra?».


Da qui l’astratto che diventa concreto, con un aiuto particolare: «Noi giovani possiamo cambiare, abbiamo la spinta giusta e la visione collaboratori che serve. Possiamo crescere e farlo insieme, attraverso la collaborazione e lo scambio d’idee. Fino ad ora siamo già diverse attività ma miriamo a crescere ancora di più attraverso la promozione sul social che è curata dal mio amico Yuri che è stato il primo a cui ho parlato di questo progetto. Ci siamo messi in gioco per rivoluzionare il pensiero che fino ad oggi c’è nel nostro territorio, c’è tanta voglia di cambiamento».



Yuri Golfetti, 29 anni creatore digitale, è stato la spalla di Stefano per l’avvio di questo progetto e personalmente cura giorno dopo giorno la crescita delle pagine social: «Il passaggio da astratto a concreto di questo progetto è stato naturale. Quando emergono i valori positivi, una realtà come questa la senti propriamente tua. Lo scopo è quello di incentivare il lavoro ma incentivare lo stesso ragazzo, qui l’imprenditore e il piccolo professionista sono trattati alla pari. Sono entrambi parte integrante di un ingranaggio che vuole crescere. Adesso come adesso la priorità è ramificarsi il più possibile, creare le nostre fondamenta senza fretta e far capire cos’è Ancona Siamo Noi. Vogliamo dare valore alle persone che entreranno, far sentire la loro voce, raccontare la loro realtà quotidiana. Siamo giovani imprenditori tutti attaccati al territorio. E vogliamo provare a cambiarlo, in meglio».









fonte AnconaToday

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here