Ospitò Maddalena Urbani prima della sua morte, il 64enne dovrà rispondere di omicidio

0
2
Ospitò Maddalena Urbani prima della sua morte, il 64enne dovrà rispondere di omicidio






Redazione

10 luglio 2021 16:24



ROMA – Invece di chiamare i soccorsi fece intervenire due persone che, senza competenze in merito, provarono a salvare la vita a Maddalena Urbani iniettandole adrenalina e facendole un massaggio cardiaco. Per questo il siriano di 64 anni che ospitò la 21enne figlia di Carlo Urbani, dovrà rispondere di omicidio.


Fu proprio lui infatti ad ospitare Maddalena Urbani la notte prima del suo decesso, avvenuto lo scorso 27 marzo. Il cadavere della giovane, morta dopo un mix letale di droga e farmaci, fu trovato nell’appartamento romano del 64enne. Le successive indagini hanno permesso di risalire ad altri due uomini, un romeno ed un italiano (chiamato “il medico”) che, allertati proprio dal siriano, sono intervenuti quella notte per cercare di salvare la vita alla ragazza.



Il romeno è stato il primo ad intervenire effettuandole un massaggio cardiaco e suggerendo di chiamare i soccorsi qualora la ragazza fosse peggiorata. Poco dopo è intervenuto l’italiano, chiamato “il medico” perchè in passato ha sostenuto alcuni esami di medicina, che ha amesso di averle effettuato un’iniezione di naloxone, giudicata dal medico legale ininfluente nelle cause del decesso. A seguito di questa ricostruzione il gip ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per omicidio, in quanto invece di allertare immediatamente i soccorsi, si è avvalso dell’aiuto di persone non qualificate. L’ordinanza è stata eseguita questa mattina da parte della Squadra Mobile che l’ha notificata al 64enne direttamente in carcere, dove si trova dallo scorso 27 marzo per spaccio di eroina. 









fonte AnconaToday

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here